giovedì 7 novembre 2013

Olympus OM-D E-M1, il parere di chi l'ha provata

Non c'è molto da dire: dalla sua presentazione la Olympus OM-D E-M1 ha stabilito un nuovo punto di riferimento nel segmento delle micro-quattroterzi, aprendo, anzi, spalancando una porta all'uso professionale di questo sistema.
Mirino elettronico, tropicalizzazione del corpo, efficienza del mirino, qualità d'immagine, velocità operativa: tutto è spinto al limite in questa macchina. E le recensioni, ovviamente, non possono non parlarne.

Spaccato della OM-D E-M1 e dello zoom 12:40mm f/2.8

Steve Huff
«Ebbene sì, miei cari amici appassionati, la nuova Olympus è arrivata e permettetemi di dire senza alcun indugio ... Questa è la migliore micro-quattro terzi mai prodotta, se la fotografia (e non il video) è il vostro obiettivo principale. Dirò di più, e probabilmente farò arrabbiare qualcuno, ma questo è quello che penso dopo averla provata a lungo: la nuova E-M1 è la più veloce, meglio costruita, meglio dimensionata e più versatile mirrorless al momento (12 ottobre 2013) sul mercato. Tra le APS-C, Fuji non può competere, Sony non può competere, Leica non può competere per i seguenti motivi: velocità, vrsatilità, dimensioni, ottiche, caratteristiche, prestazion idel mirino, stabilizzazione del sensore e molto altro. ...
Oggi, il sistema micro-quattroterzi compete alla pari con qualsiasi sistema formato APS-C. Se non è a livello di una full frame per quanto riguarda la qualità d'immagine, è alla pari con le APS-C ed è realizzata molto meglio e, in più, ha un autofocus più veloce/preciso e la migliore gamma di ottiche a disposizione per una mirrorless, molto vicino alla Leica.»


L'Olympus OM-D E-M1 è tropicalizzata. A guardare questo video direi che è tropicalizzata molto, molto bene.



the Phoblographer
«Da quello che abbiamo potuto vedere nei nostri test sulla qualità d'immagine, non ci sembra che il sensore di questa macchina fotografica sia significativamente migliore di quello della OM-D E-M5... . tuttavia, ci sembra che i file RAW siano molto più lavorabili. In effetti, la OM-D E-M1 ha i file RAW più versatili da noi mai visti...
Al 5000 ISO ... il rumore è piuttosto ben controllato. A 6400 ISO, e oltre, il rumore è ancora ben controllato e molto stretto con una trama molto simile a quella della pellicola. ...
L'Olympus OM-D E-M1 è, sotto molti punti di vista, la micro-quattroterzi perfetta e può addirittura essere definita la mirrorless perfetta. E' tropicalizzata, ha la trasmissioen WiFi..., un'eccellenta qualità d'immagine, file RAW con una versatilità pazzesca..., buon autofocus, il focus peaking, una modalità time-lapse efficiente, e molte altre caratteristiche che piaceranno ai fotografi.»



Reviewed.com
«Crediamo che questa fotocamera piacerà ai professionisti, almeno a quelli che non sopportano più il peso e le dimensioni delle moderne DSLR. Coniugando una qualità costruttiva a livello professionale con il miglior sensore micro-quattroterzi fino ad ora visto, la E-M1 ha molte freccie nel suo arco. ...
Ciò detto, la OM-D E-M1 è senza dubbio, per la fotografia, la miglior fotocamera del sistema micro-quattroterzi, con una qualità d'immagine più che adeguata anche per un professionista. Con la OM-D E-M1 Olympus chiarisce una volta per tutte che il sistema Olympus micro-quattro terzi è anche per i professionisti»

Pekka Potka
«Credo che il sistema di autofocus continuo della E-M1 sia a livello delle DSRL di fascia alta. Non tra le migliori. Dove esattamente, e paragonabile a quale reflex digitale? Non saprei dire. ... Comunque, chi proviene dalla Olympus E-5 o da qualsiasi altra reflex digitale quattroterzi resterà soddisfatto, ed il confronto con qualsiasi altra mirrorless è assolutamente privo di senso.»
Pekka Potka ha anche pubblicato una serie di foto, oltre ad un confronto tra il sistema di stabilizzazione della E-M5 e quello della E-M1. Dove si vede chiaramente che Olympus è riuscita a migliorare il già ottimo sistema di stabilizzazione della E-M5.


In questo video Damian McGillicuddy (The Big Dog) mette alla prova il sistema autofocus della OM-D E-M1 al Manx Rally (Isola di Man).



PCmag
«L'Olympus OM-D E-M5 è stata una delle poche macchine fotografiche a guadagnarsi 5 stelle. La E-M1 costa 400$ in più, ma i miglioramenti che offre giustificano il maggior prezzo, e anche lei si guadagna 5 stelle e il nostro premio "Editors' Choice". Il mirino elettronico è il migliore che si possa trovare su di una mirrorless, la disposizione dei comandi è eccellente, e l'ergonomia è perfetta. Aggiungiamo il solido corpo tropicalizzato, l'autofocus pressochè istantaneo e lo scatto in sequenza da 10,5 fps ed avremo un vincitore.
Non è la soluzione ideale per tutti i fotografi: chi ama usare le vecchie ottiche con la messa a fuoco manuale molto probabilmente si troverà meglio con la Fujifilm X-E1 o con la Sony NEX-7, che offrono un sensore APS-C più grande, e chi si dedica ai video probabilmente ha già scelto la Panasonic GH3. Ma chi cerca il miglior corpo per un corredo di ottiche micro-quattroterzi, lo ha trovato.»

Lindsay Dobson
«Il mio giudizio, fino ad ora, è che adoro la E-M1 - Ho tutte le potenzialità e la qualità di un sistema professionale, ma con pesi e ingombri significativamente diversi, il che rende la mia vita più semplice, e il mio umore molto migliore. Questo corpo macchina è stato indirizzato sfrontatamente ai fotografi professionisti, ma penso che avrà un grande appeal anche tra i fotoamatori più smaliziati»
(La fotografa Lindsay Dobson ha dedicato all'Olympus OM-D E-M1 tre post: "Olympus OMD E-M1 Review | Part 1, JPEG", "Olympus OMD E-M1 Field Tests | Nature", dal quale è tratto il paragrafo sopra riportato, e "Olympus OMD E-M1 JPEG AWB Tests | Fishbourne Roman Palace").

DPreview
«Non abbiamo rilevato una notevole perdita di qualità d'immagine, con poca luce, rispetto ad una reflex digitale con sensore APS-C e, nonostante le dimensioni e tutti i controlli aggiunti, la E-M1 ed un paio di di lenti stanno ancora comodamente in una piccola borsa.
In conclusione: se vuoi avere la sensazione di fotografare con una reflex digitale, am vuoi le dimensioni e l'agilità di una mirrorless, difficilmente troverai una soluzione migliore della E-M1.»

Luminous Landscape
«No, no sbatterò la mia Nikon D800e fuori dal letto. Ma è certo che la E-M1 si è conquistata un posto al mio tavolo (che bella insalata di metafore) e sta per diventare la mia macchina fotografica micro-quattroterzi da viaggio e per la fotografia di strada.»


Giovanni B.

Nessun commento:

Posta un commento