lunedì 30 aprile 2012

Ritratto fotografico: qualche piccolo trucco da rubare e riciclare

Le persone mi affascinano. Non parlo dell'aspetto puramente estetico, ma della capacità che hanno - tutte, indistintamente - di stupirmi: per l'eccentricità/personalità esteriore (un mix di abbigliamento, acconciatura, tatuaggi e piercing), per le passioni che nascondono (e che rivelano talvolta aspetti inimmaginabili del carattere), per le vicessitudini attraverso le quali sono passate o per quelle che stanno vivendo.
E un "buon" ritratto non può prescindere dalla capacità del fotografo di riuscire a cogliere e a tradurre in fotografia anche solo uno di questi elementi (volete un esempio? Questa fotografia del dottor Ceriani ritratto da Eugene Smith).

Putroppo non ci sono scorciatoie per acquisire questa capacità: ci vuole talento, empatia con il soggetto, tempo (per approfondire questo aspetto vi suggerisco caldamente l'ebook "Forget Mugshots, 10 Steps To Better Portraits". Si legge con piacere, è fatto bene e costa meno di 5$).
Ci sono, invece, dei piccoli trucchi che possono essere carpiti e riciclati convenientemente: eccone qualcuno, raccolto sul web, per iniziare a cimentarsi con i ritratti fotografici.

Consiglio numero 1: l'occhio più piccolo deve essere il più vicino alla macchina fotografica.
Questo suggerimento viene da tal rmx_, e lo potete leggere su reddit: "ogni persona ha un occhio più piccolo dell'altro. Magari di poco, ma è così. Fate in modo che l'occhio più piccolo sia quello più vicino alla fotocamera".

Consiglio numero 2: in un ritratto privilegiate il lato sinistro del viso.
A quanto pare questa affermazione ha un fondamento scentifico: sembra, infatti, che il lato sinistro del viso esprima le emozioni con maggiore intensità. Non ci credete? Leggete qui e prendetevela con l'autore della ricerca, non con me.

Consiglio numero 3: usate una biglia per studiare i riflessi di luce.
Una biglia nera riflette la luce più o meno come l'occhio umano; tenetene una a portata di mano per simulare i punti di luce nell'occhio del soggetto fotografato. La biglia va tenuta stretta nel pugno della mano (su photo.net quattro fotografie spiegano come tenerla); in questo modo, le curve e le pieghe del pugno aiutano anche a valutare il contrasto ed il controluce.

Consiglio numero 4: dirigete la vostra modello (o il vostro modello)
Dovete prendere la direzione dello scatto, proprio come se foste un regista, e posizionate il vostro modello. Per farlo nel migliore dei modi, ci sono questi altri 7 consigli da leggere.

domenica 29 aprile 2012

Nikon D800: problemi con il bilanciamento del bianco?

Secondo Dave Dugdale (Learning DSLR Video) la dominante verde che compare nelle immagini visualizzate sul monitor della nuova Nikon D800 sarebbe dovuto ad un problema di bilanciamento del bianco. Nel video che segue potete vedere il confronto tra la Canon EOS 5D Mark III e la Nikon D800 a supporto di questa tesi.


Una segnlazione analoga era già emersa in questo test della Nikon D800

sabato 28 aprile 2012

KNÄPPA, la fotocamera digitale di IKEA

Knappa, la macchina fotografica di IKEA

C'è la macchina fotografica Canon, la Nikon, c'è l'Olympus e c'è anche... quella IKEA. Che. ovviamente, ha un nome impronunciabile per i più (KNÄPPA) e, altrettanto ovviamente, deve essere montata.
E' di cartone, è alimentata da due pile ministilo, non ha monitor e non ha software. Di sicuro c'è un sensore, ma altro non si sa.
La memoria può contenere fino a 40 fotografie, che poi devono essere scaricate su PC tramite la connessione USB incorporata. In alternativa, è possibile eliminare le fotografie salvate in memoria pigiando un bottoncino con la classica graffetta! IKEA la definisce "la più economica fotocamera digitale", e non stento a crederlo (ci mancherebbe altro).

Se la cosa vi interessa, qui trovate il "manuale" per il montaggio, mentre qui sotto potete vedervi un video illustrativo.


Prime immagini della Sony NEX F3

Fotografia della Sony NEX F3

Quando si parla di fuga di immagini! In reta, oramai, è possibile vedere la Sony NEX F3 (che sostituirà la C3) da ogni angolazione possibile ed immaginabile. E, sì, il monitor è ribaltabile a 180°, come già visto sulla Samsung MV800.

Altre fotografie su Sonyalpharumors.

Canon promette...


Toshizo Tanaka, CFO di Canon, nell'incontro con la stampa di presentazione dei risultati del primo trimestre 2012, subito dopo aver parlato della linea di reflex prosegue così:

"As for compact cameras, we are aiming to boost sales by 17% to 22 million units.
To achieve this, we will further differentiate and enhance our lineup by launching new cameras offering the image qualities that approaches SLR cameras; furthering the improvement in design and qualities, and by incorporating features such as network, connectivity capabilities."

In sintesi, Canon intende differenziare e allargare la propia proposta nel settore delle compatte con macchine fotografiche che offrano una qualità di immagine vicina a quella delle reflex. Dal momento che Canon ha già presentato la Powershot G1 X, con un sensore di dimensioni simili a quelli formato APS-C, è lecito aspettarsi qualcosa di nuovo. Ognuno la legga come vuole, io continuo a sperare in una vera mirrorless Canon.

Nella foto: la Canon AE-D, interpretazione in chiave mirrorless del designer David Riesenberg.

venerdì 27 aprile 2012

Gered Mankowitz, in mostra a Londra 100 scatti per gli appassionati di musica

"Gered Mankowitz: a retrospective", dal 28 aprile al 16 giugno 2012, Snap Galleries, 12 Piccadilly Arcade, Londra

Snap Galleries organizza (nello spazio di Piccadilly Arcade, a Londra) la prima retrospettiva dedicata agli otre 40 anni di carriera di Gered Mankowitz, il fotografo che dagli anni sessanta ha immortalato i protagnonisti della scena musicale (solo per nominarne alcuni: The Rolling Stones, Jimi Hendrix, Marianne Faithfull, The Yardbirds, Eric Clapton, Guy Stevens, Kate Bush, The Jam, Duran Duran e gli Oasis).

Nikon D600, una full frame da 1500$?

Si rafforzano le voci sulla presentazione, prima del prossimo Photokina (a settembre), della Nikon D600, una fotocamera full frame proposta ad un prezzo molto, molto competitivo (nikonrumors parla di circa 1.500$!).

Al momento, la Nikon D600 è accreditata di :
  • sensore Sony (modificato Nikon) da 24megapixel;
  • doppio slot SD;
  • modulo GPS integrato;
  • video FullHD;
  • funzione time-lapse.
Dovrebbe, inoltre, essere priva di motore autofocus integrato, il che la renderebbe compatibile sonolo con le ottiche AF-S. La D600 potrebbe essere presentata in kit con una nuova lente (sempre nikonrumors ipotizza, in base ai brevetti recentemente depositati da Nikon, un 24-70mm f:4).
Fonte: nikonrumors

martedì 24 aprile 2012

Richiamo Nikon per le batterie della D7000, D800, D800E e Nikon 1 V1

Batteria Nikon EN-EL15
Nital, importatore ufficiale italiano dei prodotti Nikon, segnala il possibile surriscaldamento, con conseguente deformazione dell'involucro esterno, di alcune batterie EN-EL15 (utilizzata sulle fotocamere Nikon D7000, D800, D800E e Nikon 1 V1).

Nonostante questo fenomeno, ad oggi, sia stato riscontrato solo in test interni, Nikon ha avviato una campagna di richiamo e sostituzione della batteria.

Non tutte le batterie tipo EN-EL15 sono potenzialmente difettose. Sul sito Nital tutte le informazioni necessarie per stabilire se la propria batteria deve essere sostituita  e per richiedere la batteria sostitutiva.

Il problema non riguarda le batterie EN-EL15 dei modelli D7000 e Nikon 1 V1 acquistati prima del 29 febbraio 2012, né le batterie acquistate singolarmente prima della stessa data.

Se potete, fate girare questa segnalazione.

Le peggiori foto di matrimonio di sempre (forse)

Sono le peggiori fotografie di matrimonio di sempre?
Se lo domanda il "The Telegraph", e a dare un'occhiata alla galleria fotografica verrebbe da dire di sì: fotografie mosse, male inquadrate, sfuocate, e chi più ne ha più ne metta.

La disavventura è capitata ad una coppia inglese che ha affidato a due fotografi professionisti, Ian McCloskey e Nikki Carter, la realizzazione del servizio fotografico per il giorno del loro matrimonio (pagando 750 sterline, circa 900 euro). Quando, un mese più tardi, gli è stato consegnato il CD con le immagini hanno pensato ad uno scherzo. Sbagliandosi.
Ora Ian McCloskey e Nikki Carter, i due fotografi, hanno chiuso la loro società, la Westgate Photography (che non ha nulla a che fare con questa Westgate Photography, che pure realizza servizi matrimoniali, ma nettamente migliori), e venduto l'attrezzatura fotografica per ripagare i danni.

Purtroppo, fotografare un matrimonio non è una cosa che si improvvisa, che richiede preparazione, tecnica e attrezzatura dedicata. E tutto questo, si sa, costa.
Al mio matrimonio, lo ammetto, sono stato fortunato: il fotografo ufficiale usò solo il medio-formato a pellicola (ovviamente, era il 2003!) e le sue fotografie (dallo stile molto classico) sono un bel modo per ricordare quella giornata. A lui si era affiancato mio fratello (che da lì a poco avrebbe iniziato il percorso da professionista) che ha arricchito il servizio con delle fotografie in bianco e nero molto belle. Insomma, mi/ci è andata molto bene.
E a voi?

EOS 5D Mark III, nuovo firmware (ver. 1.1.2)

Rilasciata lo scorso 19 aprile una nuova versione firmware (n. 1.1.2) per le fotocamere EOS 5D Mark III.

Le modifiche introdotte nella versione firmware 1.1.2 includono i seguenti miglioramenti e correzioni:
1. supporto del ricevitore GPS GP-E2;
2. correzione della creazione di una tonalità rosa sull'immagine quando si preme completamente il pulsante dell'otturatore con la fotocamera spenta (tramite la funzione di spegnimento automatico);
3. correzione dell'interruzione del funzionamento della fotocamera dopo aver eseguito uno scatto nella modalità HDR (High Dynamic Range);
4. correzione dell'errore per il quale la data e l'ora di scatto mostrate nei dati EXIF dell'immagine sono successive alla data e ora di scatto effettive;
5. correzione del fuso orario delle Isole Samoa;
6. correzione degli errori nella schermata dei menu in lingua finlandese.

La versione firmware 1.1.2 è destinata alle fotocamere con versione firmware fino alla 1.0.7. Se nella fotocamera è già presente il firmware versione 1.1.2, non è necessario eseguire l'aggiornamento.

Il firmware versione 1.1.2 per la EOS 5D Mark III può essere scaricato dal sito Canon.

EOS 5D Mark III - La soluzione alle infiltrazioni di luce

Canon USA ha messo la parola fine sul caso delle "infiltrazioni di luce" verificatosi su alcune Canon EOS 5D Mark III.

Il caso
Alcuni proprietari della nuovissima Canon EOS 5D Mark III hanno segnalato che attivando la retroilluminazione del display LCD si influenzano i parametri di lettura del sensore dell'esposizione.

La risposta di Canon
Canon, neppure dieci giorni fa, ha risposto che:
  • è riuscita a identificare e "riprodurre" il problema lamentato da alcuni clienti;
  • l'errore di lettura che ne deriva è pari ad 1/3 di stop;
  • se non si accende la retroilluminazione del display LCD, il problema non si presenta;
  • di essere alla ricerca di una soluzione.
La soluzione al problema
Ed eccoci alla conclusione di questa brevissima saga. Canon USA, secondo quanto riportato dal sito canonrumors, ha segnalato ai propri clienti che:
  • in alcuni modelli della Canon EOS 5D Mark III la retroilluminazione del pannello LCD, in ambienti bui, può modificare i parametri di esposizione. In base ai test condotti, tuttavia, le conseguenze sull'esposizione dell'immagine sono minime;
  • possono presentare questo problema le Canon EOS 5D Mark III la cui sesta cifra del numero seriale è pari a 1 o a 2 (ovvero un numero seriale del tipo "xxxxx1xxxxxx" o "xxxxx2xxxxxx")
  • il problema rilevato non influenza le immagini (si parla di 1/3 di stop); tuttavia (e questo vale solo per i clienti residenti negli Stati Uniti ed a Porto Rico), se il cliente lo desidera, può far verificare gratuitamente la propria Canon EOS 5D Mark III dal servizio assistenza di Canon, a partire da metà maggio.

lunedì 23 aprile 2012

Microsoft Research Cliplets, per trasformare i video in immagini che si muovono

I cinemagraphs™, ovvero quelle fotografie con uno o più elementi che si muovono (vedi un esempio da Piazza delle Erbe a Verona), sono una delle tendenze del momento (assieme al look lo-fi e/o vintage). Realizzarle di per se non è particolarmente difficile, ed è sufficiente avere qualche accortezza in fase di progettazione della foto... ehm, no, del video... insomma, ci siamo intesi, della foto che si muove.

Per rendere ancora più facile il tutto, Microsoft ha realizzato un applicazione che facilità il processo di creazione delle "foto che si muovono", o clipet come lei le chiama.
L'applicazione ("Microsoft Research Cliplets") può essere scaricata gratuitamente dal sito della Microsoft, ma l'idea dovete sempre metterla voi.

Un mega aggiornamento firmware per la Canon EOS 7D?

Gira sul web la notizia che Canon starebbe pensando di rinviare la presentazione della ipotetica Canon EOS 7D Mark II, rilasciando nel frattempo un aggiornamento "importante" del firmware della Canon EOS 7D per potenziarne notevolmente le caratteristiche del sistema autofocus, di ripresa video ed audio.

Secondo canonrumors questa è, al momento, poco più che una voce. Se così fosse, sarebbe un peccato.

sabato 21 aprile 2012

Fotografare o "socializzare" su internet?

L'annuncio della disponibilità di Instagram su Android, presentato come una straordinaria opportunità per l'appassionato di fotografia, è stato talmente convincente che mi sono trovato a scaricare l'applicazione e a crearmi un account. Ora il mio account Instagram  se ne sta là, vuoto come una città in agosto.
Oggi leggo che anche 500px sbarca su Android: "wow" mi dico. Ma "wow" de che?

 Le mie fotografie le condivido già sul mio foto-blog, su Google+ e occasionalmente su Facebook. Su Flickr dovrei avere ancora un account agonizzante. In fin dei conti passo più tempo a "socializzare" che a fotografare.
Ha senso?
Su quante piattaforme deve/vuole/può essere presente un fotoamatore?

Credo che tornerò a concentrarmi sul mio foto-blog, e al limite sulla community fotografica su Google+.

Tu che ne pensi?

giovedì 19 aprile 2012

Uno zaino fotografico completamente impermeabile e galleggiante

Zaino impermeabile Lowepro DryZone
Raramente parlo di accessori, ma visto che l'estate si avvicina (lentamente, ma si avvicina!) e che con l'estate si inizia a respirare il profumo di ferie, chi sta pensando a vacanze avventurose e con la macchina fotografica al seguito può essere interessato al Lowepro DryZone, il "primo zaino portafotocamera a lati morbidi completamente impermeabile e galleggiante" (anche se a pieno carico). E' disponibile in due versioni:
  • il Dry Zone Rover (dimensioni esterne 33 X 24.5 X 53.5 cm), che può contenere una reflex digitale full frame e 3-4 ottiche;
  • il Dry Zone 200 (37 X 29 X 48.5 cm, nella foto) , leggermente più grande del Rover, che oltre ad una reflex digitale full frame può ospitare fino a 4–5 lenti e un flash.
Se conoscete alternative simili, di altre marche, potete segnalarle nello spazio dei "commenti" qui sotto.

Ecco la Nikon D3200: 24 milioni di pixel, elevata tecnologia e massima semplicità

Nikon ha presentato la Nikon D3200 (scarica il comunicato stampa), la nuova reflex digitale entry level arricchita di interessanti funzioni (tra le quali l'autofocus continuo anche in fase di ripresa video), di un sensore APS-C da 24 megapixel e che può essere dotata di un adattatore wireless (Nikon WU-1a) per condividere le immagini in tempo reale.

Di seguito le principali caratteristiche tecniche:
Ottiche
Innesto dell'obiettivo - Baionetta F-Mount Nikon con contatti AF
Angolo di campo effettivo - Lunghezza focale dell'obiettivo circa 1,5x (equivalente al formato 35 mm; formato DX Nikon)
Obiettivi compatibili -  Autofocus disponibile con gli obiettivi AF-S e AF-I. L'autofocus non è disponibile con altri tipi di obiettivi G e D, obiettivi AF (IX NIKKOR e gli obiettivi per F3AF non sono supportati) e obiettivi AI-P. È possibile utilizzare gli obiettivi senza CPU in modo M, ma l'esposimetro della fotocamera non funziona. È possibile utilizzare il telemetro elettronico se l'apertura massima dell'obiettivo è f/5.6 o superiore.

Sensore
Pixel effettivi - 24,2 milioni
Sensore di immagine - Sensore CMOS 23,2 x 15,4 mm
Sistema di riduzione della polvere

Monitor LCD TFT da 7,5 cm, circa 921.000 punti (VGA)
Mirino reflex con obiettivo singolo a pentaspecchio e copertura dell'inquadratura pari a circa il 95% in orizzontale e in verticale
Regolazione diottrica da -1,7 a +0,5 m-1

Otturatore
Tempo di posa da 1/4.000 a 30 sec. in step di 1/3 EV; posa B, posa T (necessario telecomando opzionale ML-L3)
Tempo sincro flash 1/200 sec.
Velocità di scatto - Fino a 4 fps

Misurazione dell'esposizione
Misurazione esposimetrica TTL con sensore RGB da 420 pixel
Misurazione Matrix: misurazione Color Matrix 3D II (obiettivi di tipo G e D); misurazione Color Matrix II (altri obiettivi CPU) Misurazione ponderata centrale: 75% della sensibilità concentrato su un cerchio di 8 mm al centro dell'inquadratura | Misurazione spot: misurazione effettuata in un cerchio di 3,5 mm (circa il 2,5% del fotogramma) al centro dei punti AF selezionati
Modo - Modi Auto (Auto, Auto (senza flash)); modi scena (Ritratto, Paesaggio, Bambini, Sport, Macro Close-up, Ritratto notturno); Auto programmato con programma flessibile (P); Auto a priorità di tempi (S); Auto a priorità di diaframmi (A); Manuale (M)
Compensazione dell'esposizione - Da -5 a +5 EV in incrementi di 1/3 EV
Sensibilità ISO - Da 100 a 6400 in step di 1 EV (estesa fino a ISO 12800)
Bilanciamento del bianco - Auto, Incandescenza, Fluorescenza (7 tipi), Sole diretto, Flash, Nuvoloso, Ombra, Premisurazione manuale, tutti eccetto la premisurazione manuale con regolazione fine.

Autofocus
Modulo sensore autofocus Nikon Multi-CAM 1000 con rilevazione di fase TTL, 11 punti AF (compreso un sensore a croce) e illuminatore ausiliario AF
Motore di messa a fuoco    Autofocus (AF) - AF singolo (AF-S); AF-continuo (AF-C); selezione AF-S/AF-C automatica (AF-A); attivazione automatica della messa a fuoco a inseguimento predittivo in base allo stato del soggetto Messa a fuoco manuale (MF)
Punto AF selezionabile tra 11 punti AF
Modo area AF - AF a punto singolo, AF ad area dinamica, area AF auto, tracking 3D (11 punti)

Flash incorporato
Auto, Ritratto, Bambini, Macro Close-up, Ritratto notturno: flash automatico e sollevamento automatico; P, S, A, M: sollevamento manuale con rilascio del pulsante

Filmato
Dimensioni (pixel) e frequenza fotogrammi - 1920 x 1080, 30 p (progressiva)/25 p/24 p, 1280 x 720, 60 p/50 p, 640 x 424, 30 p/25 p
Formato file: MOV
Compressione video - Codifica video avanzata H.264/MPEG-4
Formato di registrazione audio: Lineare PCM
Microfono stereo monofonico incorporato o esterno; sensibilità regolabile

Funzioni di ritocco
D-lighting, Correzione occhi rossi, Ritaglio, Monocromatico, Bilanciamento colore, Sovrapposizione immagini, Ridimensiona, Elaborazione NEF (D-lighting disponibile), Effetti filtro (Skylight, Filtro caldo, Satura rosso/verde/blu, Cross-screen, Flou), Effetto miniatura, Ritocco rapido, Raddrizza, Controllo distorsione, Fisheye, Effetti filtro, Disegna contorno, Bozzetto a colori, Selezione colore, Confronto affiancato, Modifica filmato (Salva fotogramma selezionato/Salva fotogramma selezionato)

Altro
USB ad alta velocità
Uscita video NTSC, PAL
Connettore HDMI mini-pin di tipo C
Ingresso audio Jack stereo di tipo mini-pin (diametro di 3,5 mm)
Supporti: Card di memoria SD (Secure Digital) e SDHC e SDXC compatibili con UHS-I
Dimensioni (L x A x P)    Circa 125 x 96 x 76,5 mm
Peso: Circa 505 g con batteria e card di memoria ma senza tappo corpo macchina; circa 455 g (solo corpo macchina)

mercoledì 18 aprile 2012

Ritratto, schemi d'illuminazione e un simulatore on-line

Per fare un po' di pratica con il ritratto e le sorgenti di luce vi segnalo "virtual lighting studio", un simulatore on-line gratuito che permette di provare diversi schemi d'illuminazione e di vedere l'effetto che la luce ha sul soggetto (che sembra una sorta di killer psicopatico).
Premetto che è un argomento a me estraneo, purtroppo, ma ne parla anche "the Strobist" e, quindi, tenderei a fidarmi.

Se l'argomento vi interessa, vi segnalo anche "Portrait Lighting Cheat Sheet Card" e "Fotografare le persone: il ritratto e i 4 schemi principali con una sola sorgente di luce".

Canon sbanca il XXII TIPA Awards 2012

Canon sbanca il XXII TIPA Awards 2012, aggiudicandosi almeno un premio per ogni categoria nella quale è presente con un prodotto.

I TIPA (Technical Image Press Association) Awards premiano ogni anno i migliori prodotti fotografici.
Quest'anno mi sembra degno di nota:
  • l'assegnazione del "Best Digital SLR Professional" alla Canon EOS 1D X che ha battuto la concorrenza della Nikon D4;
  • la presenza di ben due fotocamere Canon di fascia alta nella categoria delle Reflex (la già citata Canon Eos-1D X e la Canon EOS 5D Mark III);
  • l'assenza, nella categoria delle Mirrorless, della Serie 1 di Nikon e della Olympus OM-D E-M5;
  • la presenza di due ottiche Sigma nella categoria Obiettivi.
Di seguit, l'elendo dei vincitori per ciascuna categoria che maggiormente interessa il settore foto-video:

Reflex
  Best Premium Camera: Leica M9-P
  Best Digital SLR Professional: Canon Eos-1D X
  Best Digital SLR Expert: Nikon D800
  Best Video Digital SLR: Canon EOS 5D Mark III
  Best Digital SLR Advanced: Sony Alpha SLT-A65
  Best Digital SLR Entry Level:Nikon D5100

Video
  Best Professional Videocamera: Canon EOS C300 Digital Cinema Camera

Compatte
  Best Expert Compact Camera: Canon PowerShot G1 X
  Best Superzoom Camera: Fujifilm X-S1
  Best Rugged Compact Camera: PENTAX Optio WG-2
  Best General Compact Camera: Samsung MV800
  Best Mobile Imaging Device: Samsung GALAXY Nexus

Obiettivi
  Best CSC Expert Lens: Panasonic LUMIX G X Vario PZ 14-42mm
  Best CSC Fixed Focus Lens: Olympus M. ZUIKO DIGITAL ED 12mm 1:2.0
  Best CSC Entry-Level Lens: Tamron 18-200mm F/3.5-6.3 Di III VC
  Best Professional DSLR Lens: Canon EF 8–15mm f/4L USM fisheye lens
  Best Expert DSLR Lens: Sigma APO MACRO 180mm F2.8 EX DG OS HSM
  Best Entry Level DSLR Lens: Sigma 18-200mm F3.5-6.3 II DC OS HSM

Mirrorless
  Best CSC Professional: Fujifilm X-Pro1
  Best CSC Expert: Sony Alpha NEX-7
  Best CSC Advanced: Panasonic LUMIX GX1
  Best CSC Entry Level: Olympus PEN E-PL3

Canon EOS 5D Mark III e le infiltrazioni di luce - Aggiornamento

Vi riporto la risposta di Canon ad un cliente che aveva segnalato il problema delle infiltrazioni di luce dal pannello LDC:

"Further to your enquiry we would like to inform you that we very recently (in April) have become aware of this and is now a known issue with the EOS 5D Mark III model. The AE sensor in the camera detects the light from the LCD panel when it is turned on and the exposure value will be altered. The change is not significant as it will be altered by approximately 1/3rd of a stop but can be noticeable. You can continue to use your 5D Mark III and the LCD screen can be turned off to receive the correct exposure.

Canon is now examining the countermeasures and once the countermeasures are finalized we will post the information on our website. Until then please accept our apologies for the inconvenience caused and if you have any further questions, please do not hesitate to contact us again"
(fonte: forum dpreview)

In sintesi:
  • Canon è a conoscenza del fatto che l'illuminazione del display LCD influenza i parametri di lettura del sensore dell'esposizione;
  • l'errore di lettura che ne deriva è pari ad 1/3 di stop, quindi non rilevante nell'uso quotidiano;
  • se non si accende la retroilluminazione del display LCD, il problema non si presenta;
  • Canon sta studiando una soluzione.
Così descritta, e dai commenti lasciati da altri lettori mi sembra che il quadro sia corretto, onestamente non mi sembra un problema serio, ma un disturbo che diventa fastidioso in considerazione del prezzo della 5D Mark III (e Canon, correttamente, non sottovaluta questo aspetto e scrive che "è un errore di lettura non significativo ma che si nota").

martedì 17 aprile 2012

Panasonic e Android, matrimonio possibile?

Altek e Polaroid hanno già presentato le loro smartcamera (rispettivamente l'Altek Leo e la Polaroid SC1630) , macchine fotografiche molto (ma molto) simili a smartphone che adottano il sistema operativo Android e che possono, quindi, utilizzare tutte le applicazioni disponibili sul Google Play Store.
Samsung, è notizia recente, starebbe valutando l'opportunità di portare il sistema operativo Android sulle proprie fotocamere.

Ora è il turno di Panasonic: Barney Sykes, product manager per la Lumix G nel Regno Unito, dichiara che l'adozione del sistema operativo Android è una delle opzioni prese in considerazione per il futuro (fonte: TechRadar).

Si inizia a intravedere, quindi, quel percorso indicato quasi sei mesi fa che potrebbe facilitare il passaggio di molti appassionati dagli smartphone alle macchine fotografiche (penso, soprattutto, alle compatte). Qualsiasi novità che contribuisce ad allargare l'interesse per l'immagine fotografica è sempre la ben venuta.

La Giornata Mondiale della Terra in 35 fotografie

La Giornata Mondiale della Terra (ufficialmente nota come Earth Day) ricorre il 22 aprile di ogni anno da 32 anni a questa parte, ed è diventata l'occasione per diffondere la conoscenza dell'ambiente naturale, per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali e per ricordare le problematiche del pianeta (l'inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, l'esaurimento delle risorse non rinnovabili).

Il Boston Globe lo riassume con una efficace e completa rassegna di 35 fotografie che riassumono la bellezza della natura, la sfida delle risorse naturali, la follia dell'inquinamento.

Consigliata, caldamente, la visione!

domenica 15 aprile 2012

Canon EOS 5D Mark III, rilevate infiltrazioni di luce

Fotografia di tulipani con light leaks
Dopo che la notizia era stata anticipata da alcuni siti, anche Canon ha comunicato che sulla Canon EOS 5D Mark III potrebbero verificarsi fenomeni di infiltrazione di luce (ma non quelli tanto cari agli appassionati di lomografia!).
Questo problema si verifica quando, fotografando al buio, si accende la retroilluminazione del pannello LCD; la luce proveniente dal pannello potrebbe ingannare il sensore dell'esposizione, determinando (se si usa l'esposimentro della macchina fotografica) un'esposizione non corretta.

Se da un lato questo problema si presenta, fortunatamente, solo in specifici contesti, dall'altro non è giustificato su di una macchina fotografica da qualche migliaio di euro e, purtroppo, direi che non è risolvibile con un semplice aggiornamento del firmware.

Se avete acquistato una Canon EOS 5D Mark III vi suggerisco di fare una verifica cercando di riprodurre la situazione sopra descritta (al buio, attivando la retroilluminazione del pannello LCD), e di contattare quindi il rivenditore, segnalando il problema (se riscontrato).

Sul sito italiano di Canon non ho trovato ancora traccia di questa notizia, per cui per il momento vi segnalo i siti che ne stanno parlando:

Foto: (cc) Kirstin Mckee.

sabato 14 aprile 2012

Il Google Doodle per Robert Doisneau

«Mi piacciono le persone per le loro debolezze e difetti. Mi trovo bene con la gente comune. Parliamo. Iniziamo a parlare del tempo e a poco a poco arriviamo alle cose importanti. Quando le fotografo non è come se fossi lì ad esaminarle con una lente di ingrandimento, come un osservatore freddo e scientifico. E' una cosa molto fraterna, ed è bellissimo far luce su quelle persone che non sono mai sotto i riflettori.»

Esattamente 100 anni fa, ora più, ora meno, nasceva Robert Doisneau. E Google lo ricorda con questo bellissimo Google Doodle:

Il Google Doodle per celebrare i 100 anni dalla nascita di Robert Doisneau

venerdì 13 aprile 2012

Aggiornamento di Digital Photo Professional in arrivo

Mercoledì prossimo dovrebbe arrivare un aggiornamento di Digital Photo Professional, il software per l'elaborazione dei file RAW di Canon creato per facilitare il flusso di lavoro del digital imaging.
L'update dovrebbe risolvere alcuni difetti minori della versione attuale ed offrire un miglior supporto nella gestione dei file RAW della canon EOS 5D Mark III.

Offertissima: l'Olympus E-PL1 a 150$

Offerta su Amazon della Olympus E-PL1 a 150$

Fortunati gli americani, che sul loro Amazon trovano offerte come questa: un'Olympus E-PL1 a 150 dollari che, al cambio attuale (Euro/Dollaro = 1.317), farebbero meno di 115 euro.
Da noi non si trova nulla a meno di 270 euro (fonte Kelkoo), vale a dire più del doppio :(

Purtroppo non è possibile acquistarla e farsela spedire in Italia. Se provate appare questo triste messaggio:
"There is a slight (SIC) problem with your order. (See below.)
We're sorry. This item can't be shipped to your selected destination. You may either change the shipping address or delete the item from your order."

E Amazon Italia, purtroppo, non è in grado di competere con l'offerta americana.

Peccato, perchè l'Olympus E-PL1, a quel prezzo, sarebbe un'ottimo* corpo macchina da portare sempre con se, magari abbinato ad una delle tante lenti pancake disponibili per lo standard micro-quattroterzi (ad esempio, il Panasonic Lumix G 14 mm f:2.5 ASPH, o l'Olympus Zuiko 17 mm f:2.8, o ancora il Panasonic Lumix G 20 mm f:1.7 ASPH).

(*) "The Olympus E-PL1 Review. The best JPEG camera EVER?", di Steve Huff

mercoledì 11 aprile 2012

Instagram e Facebook, come fare soldi con le foto on-line

Logo di Facebook con logo di Instagram

Facebook acquista Instagram: arriva la pubblicità sulle foto?

In questi ultimi giorni si sono succedute due notizie interessanti:
Davide Pozzi, il "Tagliaerbe" del Tagliablog, ci pensa un po' sopra e poi "butta giù" un post ("I banner entreranno nelle foto, è inevitabile") che prospetta un futuro potenzialmente interessante per tutti i fotografi e fotoamatori presenti, in qualsiasi forma, sul web: "fare soldi con le immagini, pianificare una strategia. Da anni si parla di un possibile AdSense for Image, non solo marchiato Google, ma magari con nomi meno altisonanti, come Pixazza/Luminate (azienda nella quale proprio Google Ventures ha investito diversi milioni di dollari), oppure Vibrant Image (con i quali ho parlato personalmente proprio alcuni mesi fa, e pare si stiano preparando ad un lancio ufficiale da qui a breve). Il tempo è dunque giunto, e l'in-image advertising sembra pronto ad invadere il web: vedremo se sarà proprio Facebook – con Instagram – a sdoganare il nuovo trend."

Se così fosse, potrebbe essere opportuno rivedere la strategia di pubblicazione, sul web, delle proprie foto (ad esempio, riesumando il moribondo account su Flickr, pompando Instagram, Google + ed il foto-blog personale e bannando definitivamente l'accesso alle foto da parte di Pinterest).

Foto e video, le nuove funzioni di Ice Cream Sandwich

Logo di Android con diaframma di macchina fotografica
Foto e video, cosa cambia per gli smartphone Android con il passaggio ad  Ice Cream Sandwich (ICS)

Questa mattina è arrivato, via OTA, l'aggiornamento ufficiale per il mio Nexus S ad Ice Cream Sandwich; atteso perchè sapevo che il nuovo sistema operativo avrebbe portato alcune piccole migliorie sul fronte fotografico e, ma questo non lo sapevo, video.

Partiamo dalla fotografia. La principale novità della Fotocamera è la possibilità di acquisire fotografie panoramiche. Ho fatto una rapida, rapidissima prova, e ne esce un file lungo circa 2550 pixel e alto 406 pixel. Dimensioni sufficienti, ma è la qualità che lascia a desiderare; può dipendere della fotocamera del Nexus S, o dalle condizioni di scarsa luminosità... riproverò all'aperto in una giornata di sole prima di pronunciarmi definitivamente.
L'altra novità, annunciata, è che una volta acquisita la foto, dalla Galleria è possibile apportare le seguenti modifiche:
  • correzione della luce: riempimento, altre luci, ombre;
  • effetti e filtri fotografici:cross process, posterizza, effetto lomo, effetto documentario, vignettatura, grana pellicola, fish eye;
  • modifica del colore: temperatura colore, bianco e nero, seppia;
  • altro: ritaglia, correzione occhi rossi, luminosità viso, colorito viso.
Sul fronte video, ICS si è portato in dote, da Honeycomb, Movie Studio, un editor video molto elementare che permette di "montare" filmati e foto, aggiungere transizioni, titoli e audio, e di esportarli come file MP4 (640x480 or 960x720).

Ed eccoci alle conclusioni. Le funzioni fotografiche e video di ICS sono nettamente superiori a quelle di Gingerbread, ma restiamo lontani dalle potenzialità offerte da applicazioni specifiche. Limitandoci alla fotografia (video con lo smartphone non ne ho mai fatti) il mio parere è che ICS non offre motivi sufficienti per abbandonare Vignette o Roidizer.

venerdì 6 aprile 2012

Pellicole contraffatte in vendita su eBay

Pellicole contraffatte in vendita on-line
Se avete intenzione di acquistare pellicole fotografiche su eBay ricordate di fare i vostri acquisti da venditori con elevato feedback positivo e che vendono da Paesi che considerate affidabili.
Un fotografo americano, infatti, ha segnalato di aver acquistato su eBay, per 28$, 10 rullini fotografici della Fuji Superia 200 da un venditore di ShenZhen (China). Quando le pellicole sono arrivate ha, però, notato delle tracce gialle sotto l'etichetta della Fuji; rimossa l'etichetta, gli sono rimasti in mano dieci rullini di vecchie pellicole Kodak.

Se conoscete fotografi che usano ancora la pellicola girategli questo post; probabilmente farete loro un piacere.

Fonte: PetaPixel

giovedì 5 aprile 2012

Panasonic Lumix GF5: caratteristiche e prezzo (e differenze con la GF3)

Fotografia della Panasonic Lumix GF5

Panasonic ha presentato oggi la Lumix GF5 (leggi il comunicato stampa), erede della GF3 (non è un errore, scaramanticamente la GF4 non esiste).
Esteriormente e funzionalmente GF5 e GF3 sono molto simili: la maggior parte dei controlli avviente tramite touch screen, il flash è integrato, manca l'attacco hot-shoe e non è possibile montare un mirino elettronico esterno.

Cosa cambia?
  • anzitutto il sensore. Per la GF5 Panasonic afferma di aver adottato un nuovo sensore da 12 megapixel, capace di lavorare a 12800 iso e che dovrebbe garantire una migliore qualità d'immagine;
  • il monitor, sempre da 3 pollici e fisso, la cui risoluzione passa dai 460K punti della GF3 a 920K punti della GF5;
  • sul fronte audio ritorna il microfono stereo, caratteristica già presente sulla GF2 e poi persa sulla GF3, per una migliore qualità dell'audio;
  • è possibile ora registrare video anche in formato MP4 (e non solo nel formato AVCHD).
Poco? Tanto?
A leggere i primi commenti (vedi, ad esempio, dpreview) e scorrendo la scheda con le caratteristiche tecniche, mi sembra che si possa parlare (come, in realtà, spesso già accaduto) più di un aggiornamento della GF3 che di un vero e proprio modello (in altre parole, probabilmente no nvale la pena passare dalla GF3 alla GF5, ma questa valutazione si potrà fare solo una volta che saranno disponibili le prime fotografie).

La GF5 sarà disponibile da luglio a 749$ in kit con lo zoom 14-42mm pancake, e a 599$ con lo zoom 14-42mm standard.

mercoledì 4 aprile 2012

Scarica Instagram per Android

Immagine dell'home page di Instagram per Android
E così, alla fine, Instagram debutta anche sul palcoscenico di Android. E' arrivato un po' zoppicante (mancano gli effetti tilt-shift e blur, non è possibile condividere le foto su Flickr, ), ma è arrivato (e quello che manca sarà rilasciato a breve).

Chi vuole (ad esempio, io!) può scaricarlo da Google Play Store; pesa 13 Mega, richiede una versione di Android 2.2 o superiore, ed è gratuito.
Se, invece, preferite approfondire un po' la conoscenza prima di scaricarlo, Wired l'ha già testato.

PS: l'ho scaricato ed installato. Registrarsi è un po' una scocciatura, ma alla fine ce l'ho fatta. Mi trovate con il nome di giovanni_b, anche se fino ad ora non ho caricato manco una foto (nè sono riuscito a capire come si fa. Domani provo ad applicarmi un po' più seriamente).

martedì 3 aprile 2012

Lensbaby Composer Pro anche per le mirrorless

Fotografia del Lensbaby Composer Pro montato su alcune fotocamere mirrorless
Lensbaby ha annunciato la disponibilità dell'ottica "Composer Pro" anche per le fotocamere mirrorless Samsung NX, Sony NEX e Micro Quattro Terzi (incluse, quindi, le Panasonic Lumix G e le Olympus PEN).

Canon EOS 60Da, la macchina fotografica per fotografare le stelle

Fotografia della Canon EOS 60Da
Canon ha presentato la Canon EOS 60Da; derivata dalla Canon EOS 60D, è rivolta agli astrofotografi che necessitano di una maggiore sensibilità ai raggi infrarossi.


La Canon EOS 60Da è stata appositamente progettata per l'astrofotografia:
  • Sensibilità alla luce con lunghezze d'onda elevate: la EOS 60Da offre un'elevata sensibilità alla luce della lunghezza d'onda H-a, caratteristica che rende il modello perfetto per le applicazioni in campo astronomico. Un filtro ottico passa-basso modificato migliora di circa tre volte la registrazione di fenomeni infrarossi, come le nebulose diffuse, rispetto al modello EOS 60D;
  • Risoluzione elevata: il sensore CMOS da 18 megapixel si avvale di un processore di immagini DIGIC 4 a 14 bit per offrire immagini con rumorosità ridotta anche negli scatti con lunghe esposizioni o a sensibilità ISO elevata (valore max ISO 6.400, espandibile fino a ISO 12.800);
  • LCD orientabile: il display LCD Clear View orientabile da 7,7 cm (3"), con rapporto 3:2, permette di inquadrare e mettere a fuoco comodamente da qualsiasi angolo, anche quando la fotocamera è applicata al telescopio;
  • Scatti Time Lapse: per registrazioni di filmati Time Lapse, EOS 60Da è compatibile con il telecomando TC-80N3 opzionale (mediante l'adattatore RA-E3 fornito in dotazione). Le funzionalità di controllo e scatto della fotocamera a distanza sono possibili da qualsiasi PC o Mac utilizzando il software EOS Utility in dotazione;
  • Alimentazione: la Canon EOS 60Da può essere alimentata, tramite trasformatore, anche dalla rete elettrica, per consentire la maggiore autonomia di scatto richiesta dalle lunghe esposizioni notturne.
Il prezzo, sul mercato americano, sarà di 1.499$, circa 200$ in più della Canon EOS 60D.

lunedì 2 aprile 2012

I ritratti ambientati di Ian Teh

Wikipedia definisce il ritratto ambientato "il ritratto realizzato in un contesto abituale alla persona ritratta, ad esempio la sua casa o il luogo di lavoro, per descriverne la vita e l'ambiente".
Se vi rimane qualche dubbio, date un'occhiata al portfolio "Portraits" di Ian Teh; mi è piaciuto molto ed "illustra" molto bene la definizione data da wikipedia.

E se siete alla ricerca di qualche consiglio per realizzare ritratti ambientati, vi segnalo questi due articoli: Fotoconsigli: il ritratto ambientato e 8 suggerimenti per realizzare un "ritratto ambientato".