sabato 31 marzo 2012

Notizie e foto dal Photoshow 2012

Brevi considerazioni frivole, qualche anticipazione e una manciata di foto dal Photoshow 2012.


Iniziamo con la regina del Photoshow. Non è una digitale, non ha un sensore da 36 megapixel, costa meno di 100 euro... è la Fuji Instax, una riedizione del concetto polaroid. Scatti e esce la fotografia, che poi si lascia sviluppare sventolandola lentamente, proprio come una volta. 80 euro circa per il modello base, più 20 euro circa per due ricariche da 10 foto l'una. Credetemi, è divertente.


Chi legge questo blog sa che la Nikon serie 1 non è tra le mie favorite, ma la velocità e precisione del suo autofocus è strabiliante. Da questo punto di vista , è quella che mi ha colpito di più. Tutte le altre mirrorless, su questo fronte, mi sono sembrate un passo indietro. 

La Fuji X-Pro1 è bella. Più bella di quello che appare dalle fotografie. So che sembra riduttivo, che dovrei parlare della sua tecnologia strabiliante, ma è una macchina che appaga anzitutto i sensi: tenerla in mano gratifica il senso estetico e tecnico. E' voluminosa, pesa il giusto... una bella sensazione di macchina antica di metallo. I comandi sono dove te li aspetti, ed il mirino ottico (galileiano) è anni luce avanti i mirini elettronici provati.



La Olympus OM-D EM-5 è, al contrario della Nikon serie 1, tra le mie favorite. Ma il mirino elettronico (in generale) continua a non convincermi (sebbene, su questo fronte, siano stati fatti passi da gigante rispetto a quello che avevo visto due anni fa), ed in mano... beh, il problema è che dopo aver provato la X-Pro1, tutte le altre sembrano giocattoli (d'altro canto, si potrebbe obiettare che Olympus - e Sony - sono molto più compatte e leggere della Fuji). Lo stand Olympus ospitava anche i prodotti Eyecam, concorrenti della GoPro per gli appassionati di avventura



Le considerazioni fatte per la EM-5 valgono anche per la Sony NEX 7: il mirino elettronico non è male, ma proprio non mi piace, il feeling in mano è quello di una compatta e l'autofocus (e questo vale per anche per X-Pro1 e OM-D EM-5) mi sembra un passo indietro rispetto a quello della Nikon serie 1.


Samsung ha puntato molto sulla facilità di condivisione delle immagini tramite wi-fi: per ora presente solo su compatte, ma a breve presente anche sulle mirrorless (tre sono attese entro l'estate, la Samsung NX 1000, la Samsung NX 210 e la Samsung NX20. La Samsung NX 210 avrà finalmente la possibilità di montare un mirino elettronico esterno, mirino che sarà, invece e ovviamente, fisso sulla NX 20). Tornando al presente, la Samsung NX 200 non sembra avere lo stesso appeal delle altre mirrorless, ma in mano calza bene ed ha un monitor veramente piacevole da usare. Secondo me è un'alternativa da considerare seriamente.


E con questo ho terminato il mio giro, trascurando volutamente le semi-ammiraglie Canon e Nikon (il cuore non avrebbe retto).
Ho detto tutto? Ah no, manca una cosa: alle 13,30 la porchetta, purtroppo, non è stata all'altezza delle aspettative. Ma per il resto, questo Photoshow è veramente da vedere.

venerdì 30 marzo 2012

In mostra a Roma le foto italiane di Leonard Freed

In mostra al Museo di Roma in Trastevere, dal 30 marzo al 27 maggio 2012, 100 fotografie di Leonard Freed scattate tra Roma, Firenze, Napoli, Milano e Palermo.

Leonard Freed, fotografo newyorkese membro della Magnum dal 1972, descriveva il suo rapporto con l'Italia come di una "storia d'amore". Un amore che lo portò a visitare il nostro paese più di 45 volte e a scattare migliaia di indimenticabili immagini.

E l'Italia fu una delle sue principali fonti di ispirazione, una terra che lo affascinò tutta la vita perché qui "il passato è sempre presente non solo nei luoghi ma nella vita quotidiana della gente".  Infatti più che su paesaggi e architetture, il suo obiettivo si focalizzò proprio sulle persone, immortalandole con empatia e sensibilità nel corso dei decenni: dal desiderio di rinascita del dopoguerra agli albori del nuovo benessere, dai riti collettivi alla eccezionalità di un ritratto fotografico scattato per strada con una tovaglia bianca come sfondo, dalla vita dei pescatori siciliani a quella delle donne di Napoli.

Info
Sede: Museo di Roma in Trastevere, Piazza Sant'Egidio 1/b, Roma
Curatore: Enrica Viganò
Orario: martedì-domenica ore 10.00-20.00; chiuso lunedì
Biglietto d'ingresso: intero 6,50€, ridotto 5,50€ (per i residenti nel Comune di Roma 1 € in meno)

giovedì 29 marzo 2012

Photoshow 2012, il programma gli stand da non perdere


A Roma dal 30 marzo al 2 aprile in scena il "Photoshow 2012", il principale appuntamento fieristico in Italia dedicato alla Fotografia e all'immagine Digitale.

Domani, 30 marzo, apre a Roma la 13a edizione del Photoshow 2012, il principale appuntamento fieristico in Italia dedicato alla fotografia e all'immagine digitale.
Sul sito ufficiale trovate il nutrito elenco di eventi, tavole rotonde e seminari (gratuiti o a pagamento) che accompagneranno i 4 giorni della manifestazione.

Altrettanto ricco l'elenco degli espositori, tra i quali: Canon, Carl Zeiss, Cullmann, Epson, Fowa, Fujifilm, Go.Pro, Impossible Project, Kodak, Leica, Lensbaby, Metz, Nikon, Panasonic, Pentax, Polyphoto, Ricoh, Samsung, Sigma, Sony e Yashica (ma vi assicuro che, dall'elenco ufficiale, ne ho dovuti cancellare veramente tanti).

Io sarò lì sabato mattina. Obiettivo principale lo stand dell'Associazione Italiana Foto Digital Imaging (AIF), che ospita un'area dedicata alle mirrorless. Tutti i marchi che commercializzano fotocamere e obiettivi di nuova concezione (Fujifilm, Nikon, Olympus, Panasonic, Pentax, Samsung, Sony, Sigma e Tamron) espongono lì i propri prodotti più significativi, e spero di poter provare qualcosa (magari la Fuji X-Pro1, la Olympus OM-D EM-5, la Sony NEX 7 e la Panasonic DMC-GX1). Dovrebbe essere al padiglione 13 (D18 E23), accanto allo stand della Fowa (che rappresenta, tra gli altri, i marchi Panasonic, Metz, Carl Zeiss e Pentax Ricoh).
Lì accanto si trova anche lo stand di Canon (B26 D33), giusto per dare un'occhiata alla nuova, splendida Canon EOD 5D Mark III, Fuji (B18 D23) e Leica (A26 B31)... dove sarà d'obbligo "guardare e, purtroppo, non toccare".
Quindi visita al Padiglione 13, con puntata alla Nital (B26 D33) per vedere le ultime proposte di Nikon (la serie 1 e la D800 in primis), quindi Sony (D26 F31) e poi una passeggiata a curiosare per gli stand "minori" e le molte mostre fotografiche.

Tra le tante curiosità, nello stand di "Italia in miniatura" (Padiglione 13, E10 F19, accanto a Go.Pro) sarà presentata per la prima volta ad una fiera l'apparecchiatura che stampa da una foto una statuetta in 3D dell'immagine!

Se pensate di partecipare, ricordate che per acquistare il biglietto di ingresso a 1 euro basta registrarsi al sito ufficiale.

PhotoShow 2012
dal 30 marzo al 02 aprile 2012
Fiera di Roma - ingresso NORD
Via Portuense 1645/1647

Orari: Venerdì, sabato, domenica 10.00-19.00; lunedì 10.00-16.00
Costo del biglietto: preregistrati 1 €; intero 8 €

Se non avete 9.000$ in tasca, lasciate perdere questo post

Fuji X-Pro1 special edition
Se, invece, ora lo state leggendo significa che avete 9.000 dollari che vi avanzano (beati voi!).
In questo caso, quindi, potete provare ad aggiudicarvi uno degli esclusivi kit della Fuji X-Pro1: oltre alla fotocamera, l'intero set di obbiettivi, il flash e alcuni filtri, il tutto in un elegante valigetta della globe trotter.
Il prezzo, tutto compreso, è appunto di 9.000 dollari. Ma non è, purtroppo, finita. Anche se avete in tasca i soldi necessari, ora dovete prendere l'aereo e recarvi da Harrods, e dovete fare pure in fretta! Perchè la Fuji X-Pro1 special edition è in tiratura limitata (solo 12 esemplari), e sarà venduta solo tramite lo shop londinese.

PS: se proprio siete innamorati della Fuji X-Pro1 e se siete disposti a rinunciare alla valigetta della globe trotter, a favore di una più convenzionale borsa in alluminio, potete portarvi a casa tutto quanto per meno di 4.000$*. Sono sempre un bel po' di soldini, ma risparmiate comunque 5.000$.
* Fonte Amazon.com: Fujifilm X-Pro 1: 1.699,95$ (al momento non disponibile); Fujifilm Lens X-Pro1 35mm F1.4: 599,95$; Fujifilm Lens X-Pro1 18mm F2.0: 599,95$; Fujifilm Lens X-Pro1 60mm F2.4 Macro: 649,95$; Fujifilm Flash EF-X20: 228,99$.

Dimitri Mellos e la fotografia di strada

Per gli appassionati di street photography una visita al sito di Dimitri Mellos è d'obbligo. Le gallerie fotografiche sono piuttosto ricche, quindi regalatevi un po' di tempo per godervele con calma.

Eliott Erwitt a Venezia fino al 15 luglio

In mostra alla Giudecca (Venezia) 140 scatti di Eliott Erwitt.

La mostra Personal Best, realizzata dallo stesso Erwitt, sbarca a Venezia con centoquaranta foto per riassumere la carriera di un grande maestro della fotografia contemporanea.

Dal 30 marzo al 15 luglio 2012 alla Casa dei Tre Oci, Fondamenta delle Zitelle, 43, Giudecca, Venezia
Tutti i giorni dalle 10 alle 19 (sabato dalle 10 alle 22). Chiuso il martedì.
Apertura straordinaria il 24 aprile ed il 1 maggio.

5D Mark III: problemi con l'EF 200 f/2L IS

Il Canon EF 200 f/2L IS, usato sulla Canon EOS 5D Mark III, sembrerebbe produrre un fastidioso rumore proveniente dal meccanismo di stabilizzazione ottica. Questa anomalia è stata segnalata sia su canon rumors, sia sul forum di Fred Miranda; non è però chiaro se si tratta di fenomeni isolati o di un problema diffuso.

martedì 27 marzo 2012

La Nikon D800? Una risoluzione impressionante (se non ci credi guarda le foto)

Date un'occhiata a queste due fotografie: credo non ci sia nulla da aggiungere (se non che, d'ora in poi, prima di scattare una fotografia dovete ricordarvi di pettinarvi e di vestirvi bene).

lunedì 26 marzo 2012

Instagram per Android, iscriviti qui

Un servizio via email per essere il primo ad installare Instagram su device con sistema operativo Android

Vuoi essere il primo a sfoggiare (e ad usare) Instagram sul tuo smartphone Android?
Lascia il tuo indirizzo e-mail a questo indirizzo, e sarai tempestivamente avvisato - per email - del debutto di Instagram per Android.

venerdì 23 marzo 2012

48 ore con la Canon EOS 5D Mark III

Canon non me ne voglia, ma quando manda la Canon EOS 5D Mark III in prova per due giorni a Philip Bloom e a Engadget, e si dimentica di me, mi fa veramente arrabbiare.

Per questo motivo mi devo limitare a segnalarvi le loro due prove: My first 48 hours with the Canon 5DmkIII, di Philip Bloom, concentrata sulle caratteristiche video, e Canon EOS 5D Mark III field review, sugli aspetti foto e video, di Engadget.

Canon AE-D, la mirrorless Canon (leggere fino in fondo)

Fotografia della Canon mirrorless secondo il designer David Riesenberg

Si chiama Canon AE-D: ispirata alla Canon AE-1 e alla Canon AE-1P, adotta il sensore full-frame da 18.1Mpixel della Canon 1D X, un nuovo innesto denominato CM-D, compatibile con tutte le lenti EF tramite adattatore, il mirino elettronico centrale (denominato C-EVF3, si innesta sulla slitta del flash, simulando un pentaprisma, e replica i contatti per il flash sulla propria sommità), flash pop-up mascherato sotto quello che sembra il rocchetto per l'avanzamento della pellicola ed è proposta in kit con l'ottica Canon CM-D 50mm f/1.0L.
Troppo bello per essere vero.

E, infatti, purtroppo non è vero: è solo un bellissimo lavoro del designer David Riesenberg che, un po' stanco di aspettare la molto a lungo promessa mirrorless della Canon, ha dato corpo (seppur virtuale) hai suoi desideri. Sul sito potete vedere altre... "fotografie" della Canon AE-D, per rifarvi gli occhi e sognare.
Il prototipo Canon AE-D a confronto con la Nikon V1 e la canon 1100D



PS: segnatevi il sito, perchè la "gamma" sarà ampliata con una seconda mirrorless, più compatta e con ottica pancake!

giovedì 22 marzo 2012

Vivere a Baghdad, oggi

Un reportage fotografico, lontano dagli stereotipi del fotogiornalismo di guerra, per cercare di documentare come si vive, oggi, a Baghdad, dopo nove anni di influenza occidentale e di guerra. Dimenticatevi quanto visto sino ad oggi, e preparatevi ad un viaggio tra le persone.

Vedi "Baghdad Today", di Paulien Bakker e Marieke van der Velden.

mercoledì 21 marzo 2012

Come perdersi di vista sulla rete

Oggi mi sono imbattuto nel sito di un fotografo che mi è piaciuto molto, sia per le fotografie, sia per i suoi post. E' piuttosto famoso, quindi sicuramente non ho scoperto nulla, ma ammetto che mi avrebbe fatto piacere poter tornare a vedere qualche sua foto, o a leggere qualche suo aneddoto.
Putroppo, però (c'è spesso un però), non ho trovato nè il modo di iscrivermi ad una newsletter, ne il modo di registrare il suo feed (o, quanto meno, Google Reader non l'ha trovato): un'ottima strategia per perdersi di vista sulla rete.

Se volete dare un'occhiata, ne vale la pena, il sito è quello di Andrew Southam.

martedì 20 marzo 2012

Il tuning della Fujifilm X100

Dettaglio del pulsante di scatto della Fujifilm X100
Avevo già sentito parlare di tuning di autovetture, di motociclette, di scooter, di pc e financo di biciclette; mi mancava, fino ad ora, quello delle macchine fotografiche. Ma alla creatività umana non c'è, evidentemente, limite.

Esteticamente parlando, la Fujifilm X100 è una fotocamera bellissima, che suscita pericolosi pruriti al portafogli. Eppure, evidentemente, per qualcuno tutto quel ben di Dio fornito dalla Fuji non era sufficiente, e ha voluto arricchirla ulteriormente: si apre un curioso viaggio nel mondo degli accessori per le macchine fotografiche e, no, credetemi!, non sto parlando semplicemente di filtri e di paraluce. Il risultato finale è interessante e, indubbiamente, molto personale ("Come personalizzare l'estetica della Fujifilm X100"). In tema di personalizzazione, potrebbe interessarti dare un'occhiata anche a "Cambia vestito alla Fujifilm X100".

Parlando sempre di Fujifilm X100 tempo fa, su clickblog, era uscito un articolo sulle "sviste progettuali che riguardano sia l'ergonomia che il firmware" che possono rendere "frustrante" l'utilizzo della X100, con una serie di indicazioni su come conviverci (in attesa del rilascio di un nuovo firmware). Se ogni tanto non capite il carattere bizzoso della vostra Fuji, ve ne consiglio la lettura ("Come convivere con la Fujifilm X100").

Fotografia di Gianluca Bocci.

lunedì 19 marzo 2012

Fotografare la città

Fotografie della città di New York
Due stili molto diversi per raccontare la città:
  • il primo è Sun City, di Garry Owens, che gioca con le alte luci per diffondere un senso di assolata pace e oziosa tranquillità;
  • il secondo è New York Fairytale, di Andreas Clifford, un bel portfolio fotografico che con coerenza e varietà descrive bene l'idea della megalopoli statunitense.
Buon visione.

domenica 18 marzo 2012

Prima immagine della Panasonic GF5

Fotografia della Panasoni Lumix GF5

Quella che vedete potrebbe essere la prima fotografia della Panasonic Lumix DMC GF5*, postata (erroneamente? scientemente?) su Instagram da una delle "ambasciatrici" del marchio Panasonic (fonte 43rumors).

E' accreditata del medesimo sensore da 12 megapixel della GF3, ma con migliori prestazioni agli alti ISO (che arrivano fino a 12800, rispetto ai 6400 della GF3), e di un monitor con migliore risoluzione (920k pixel rispetto agli attuali 460k); a giudicare dalla foto, non dovrebbe mancare molto alla presentazione.

(*) Sì, non vi state sbagliando, tendenzialmente dopo il 3 viene il 4, e non il 5. Ma, a quanto pare, l'erede della GF3 sarà la GF5. Pare che il numero 4, in Giappone, porti sfortuna.

Potrebbe interessarti anche "GF3 vs E-P3 vs NEX 5N vs NX200 vs GF1".

sabato 17 marzo 2012

Pentax K-01, una prova completa (su strada)

La Pentax K-01 in livrea gialla
Se, nonostante tutto l'impegno del designer Marc Newson, siete interessati ad acquistare la Pentax K-01, non potete omettere la lettura della prova di Steve Huff della Pentax K-01 "The Pentax K-01 Camera Review – Design Masterpiece or Design Fail?".
Note negative: il design non è solo... particolare (e anche in questo caso estremo il giudizio estetico è soggettivo), ma anche poco ergonomico. Manca inoltre (e nonostante le dimensioni, aggiungerei) un mirino ottico o elettronico, e comporre l'immagine sul monitor in una giornata di sole è un'impresa ardua.
Note positive: la qualità delle immagini della Pentax K-01, in accoppiata con il pancake estremo DA 40mm f/2.8 XS, è ottima.

Leggi anche:
Domani arriva la mirrorless di Pentax (la Pentax K-01?)
Pentax K-01, le foto in anteprima

venerdì 16 marzo 2012

Pixlr-o-matic, Lightbox, Instagram (o il caro, vecchio Vignette?)

Premetto: la mia applicazione preferita per fotografare con lo smartphone è Vignette; a ruota (quando ho voglia di Polaroid) segue Roidizer.

Ieri sera, tuttavia, dopo aver letto il post "Pixlr-o-matic: come Instagram, meglio di Instagram" mi sono lasciato presedere dall'entusiasmo e, complice la parola magica "gratis", ho scaricato e installato Pixlr-o-matic.
Non ho provato le funzioni "social" (che non mi interessano), ma offre tantissimi effetti (purtroppo nessuno dei quali personalizzabile) e cornici, e quello che non c'è si può scaricare gratuitamente. Di fatto, si può rovinare una fotografia come meglio si crede!
Ovviamente a questo punto c'è un "però".
Infatti... peccato, però, che la dimensione finale dell'immagine non vada oltre gli 1,5 megapixel circa (più o meno 1.100 pixel per 1.400 pixel): più che sufficiente se l'obiettivo è la condivisione su Facebook (o roba simile), meno se si vuole passare alla stampa.
Quindi, credo che dirò bye bye a Pixlr-o-matic. Sorry.

Oggi mi sono invece imbattuto in questa apologia di Lightbox, "Shoot and Share Photos Easily With Lightbox": altra applicazione per pastricciare le proprie fotografie con filtri, cornici, graffi e amenità varie e condividerle poi on-line. Anche in questo caso il download è "gratuito", parola magica che aprirà le porte del download serale. Poi vi racconto come è andata.

Tutto questo in attesa di poter provare Instagram.

Leggi anche: Android e la fotografia, 15 applicazioni per divertirsi

Scarica il manuale d'uso della Canon EOS 5D Mark III

Copertina del manuale d'uso della EOS 5D Mark III

Se siete curiosi di conoscere tutte le caratteristiche e le funzioni della Canon EOS 5D Mark III potete consultare on line o scaricare il suo manuale d'uso. Lo trovate qui.

giovedì 15 marzo 2012

Una Leica solo per il bianco e nero

Prendete questa notizia con le proverbiali "pinze": Leica Rumors anticipa che la prossima Leica M potrebbe avere un sensore, non prodotto da Kodak, ottimizzato per il solo bianco e nero e dovrebbe essere priva di monitor LCD.
Idea che, se confermata, sarebbe sicuramente interessante, anche se probabilmente più adatta ad una serie limitata che ad una linea di prodotto.

Samsung potrebbe portare Android sulle proprie fotocamere

Secondo Engadget, Samsung starebbe valutando l'opportunità di portare il sistema operativo Android sulle proprie fotocamere. Samsung precisa che, al momento, si sta solo valutando questa possibilità, però è evidente che la casa sudocreana ha già tutto il know how tecnologico (è protagonista sia sul mercato degli smartphone, sia su quello delle fotocamere) necessario per gestire con successo questo progetto.

Chi già usa lo smartphone per scattare fotografie ha ben presente i vantaggi che ne potrebbero derivare (in funzione, ovviamente, anche dell'hardware installato): condivisione istantanea delle proprie fotografie (con gli amici su Facebook o con il capo in ufficio); geolocalizzazione delle immagini;  creazione di una copia di sicurezza delle fotografie, in automatico, su di una qualche cloud; possibilità di usufruire delle centinaia di applicazioni fotografiche già disponibili (non voglio passare per quello che dice "io l'avevo detto" ma due righe sui vantaggi di avere una macchina fotografica con sistema operativo Android le avevo già scritte qualche mese fa).

Fotocamere dotate di sistema operativo Android (e quindi compatibili con le relative applicazioni) ce ne sono già: il Leo di Altek e la (molto simile) Polaroid SC1630. Però se scendesse in campo Samsung, l'impatto sarebbe diverso.

mercoledì 14 marzo 2012

MY GENERATION, di Irene Alison

Copertina del libro MY GENERATION, di Irene Alison
Venerdì 16 marzo, alle ore 18.00, negli spazi di Officine Fotografiche (Roma) sarà presentato il volume "MY GENERATION" di Irene Alison (ed. Postcart, 12,5 euro)

«Sono giovani, perché nessuno di loro ha oltrepassato la linea dei 40. Sono autarchici, perché per mestiere hanno scelto di esercitare il proprio punto di vista. Sono autori, perché tutti dotati di una consapevolezza narrativa e di una cifra stilistica che rende il loro sguardo immediatamente riconoscibile. Davide Monteleone, Pietro Masturzo, Alessandro Cosmelli, Sirio Magnabosco, Giulio Di Sturco, Simona Ghizzoni, Martina Bacigalupo, Alessandro Imbriaco, Lorenzo Castore, Massimo Berruti, sono dieci tra i più interessanti fotografi italiani che, a poco più di 30 anni, hanno già espresso il proprio talento su un orizzonte internazionale. Dieci "piccoli maestri" con un universo creativo da raccontare: da dove nascono le loro visioni? Cosa mettono al centro del loro obiettivo? Come compongono le loro storie? Come sopravvivono a un mercato in crisi? Dalle loro risposte, emerge il ritratto di una generazione che sta riscrivendo i codici del racconto per immagini.»

Irene Alison è nata a Napoli nel 1977. Giornalista professionista, ha lavorato come redattrice per il quotidiano il Manifesto, occupandosi principalmente di fotografia e di cinema. È stata redattrice a D, La Repubblica delle Donne, dove, parallelamente all'impegno come giornalista di attualità, ha continuato a scrivere di fotografia. Attualmente è direttore del magazine Rearviewmirror, quadrimestrale dedicato ai linguaggi del fotogiornalismo, edito da Postcart. Insieme ai fotografi, sviluppa e realizza progetti di reportage che, negli ultimi anni, sono apparsi su magazine come l'Espresso, D, La Repubblica delle Donne, XL, Viaggi di Repubblica, Marie Claire e Riders.

martedì 13 marzo 2012

Ottimizza la tua Canon per le riprese video

Vincent Laforet ha pubblicato un video, ed un post, con alcuni suggerimenti sui parametri da impostare per ottimizzare la ripresa video di una DSLR.
Nel video Laforet utilizza una Canon EOS 5D Mark II, ma come lui stesso precisa le indicazioni fornite possono essere utili per qualsiasi altro modello (compresa la nuova Canon EOS 5D Mark III e la sempiterna Canon EOS 7D).

In estrema sintesi si suggerisce di:
  • impostare l'esposizione manuale "M";
  • selezionare il formato di registrazione 1920×1080 24p;
  • disabilitare l'opzione Highlight Tone Priority;
  • impostare la sensibilità a 160 ISO, o ai suoi multipli (o al valore più vicino);
  • selezionare per l'otturatore la velocità di 1/50 di secondo;
  • ridurre al minimo la nitidezza, il contrasto a -4 e la saturazione a -2.
In questo modo si ottiene un'immagine "piatta", facilmente elaborabile in post produzione e con il maggior numero di dettagli e la maggior gamma dinamica possibile.


Investi 5$ per ottenere ritratti migliori

Copertina del libro Forget Mugshots, 10 Steps To Better Portraits, di David duChemin
Con 5$ non potete acquistare una nuova lente, un filtro, uno scatto remoto: sono veramente troppo pochi. Meno, molto meno di quanto si spende per il caffè in una settimana (in effetti, con quello che spendo io in caffè potrei comprarmi di tutto).
Ma con 5$ potete comprare "Forget Mugshots, 10 Steps To Better Portraits", di David duChemin (Craft & Vision), un e-book (in pdf) di 36 pagine per migliorare i propri ritratti fotografici.

Io non l'ho ancora acquistato, ma in queste sere mi sto leggendo "Craft & Vision, 11 Ways You Can Improve Your Photography", un loro precedente e-book sulla fotografia, e me lo sto veramente godendo. E sto imparando: è concreto e piacevole da leggere, senza per questo diventare vago o banale. Potete scaricarlo gratuitamente dal loro sito per farvi un'idea del prodotto.

Quindi, penso che investirò questi 5$ per acquistare il nuovo "Forget Mugshots, 10 Steps To Better Portraits"; al cambio attuale, poi, sono 3,8 euro.
Per gli acquisti effettuati entro il 17 marzo 2012 è previsto uno sconto del 20% (in sostanza, acquistate l'e-book in formato pdf a 3,04 euro); ricordatevi solo di inserire il codice MUGSHOTS4.

lunedì 12 marzo 2012

Instagram pronto a debuttare su Android

Instagram ha da pochi giorni superato i 27 milioni di utenti registrati, con un tasso di cresita ben più veloce di quello di altri social network di successo. Non male per un'app (Burnb) nata per fare concorrenza a Foursquare e velocemente ri-focalizzata sulla condivisione di foto e contenuti visivi (leggi "Condividere foto online con Instagram: il percorso di una startup di successo").

Per festeggiare il traguardo, o per consolidare la crescita, Kevin Systrom (CEO di Instagram, quindi un soggetto attendibile) ha annunciato che Instagram è pronta a debuttare su smartphone e tablet Android. Non pago dell'annuncio, Systrom ha anche presentato una versione beta dell'applicazione, su Galaxy Nexus, definendo la versione per Android di Instagram una delle applicazioni più stupefacenti di sempre, addirittura migliore di quella per iOS (mi limito a prenderne atto).

Una curiosità: sapete come si è arrivati alla scelta del nome Instagram? La risposta la fornisce sempre Systrom: "We renamed because we felt it better captured what you were doing — an instant telegram of sorts."

sabato 10 marzo 2012

not only photography, consigliata la lettura

Uno dei pochi blog dei quali non mi perdo neppure un post è "not only photography".
A dispetto del nome parla per lo più di fotografia, ed è principalmente in italiano. La cosa più interessante è che non ha mai pubblicato un articolo dedicato a macchine fotografiche ed ottiche.
Diciamo che mi rifugio lì quando ho voglia di immergermi nella fotografia.

Un po' di scatti in studio con l'Olympus OM-D E-M5

Se state pensando all'acquisto dell'Olympus E-M5, la mirrorless "professionale" recentemente presentata da Olympus, potrebbe interessarvi dare un'occhiata a questa serie di scatti pubblicata da dpreview, in studio, a diverse sensibilità e con la funzione di riduzione del rumore attivata / disattivata.

5 scatti con la Fujifilm X-Pro1 (da 200 a 3200 ISO)

Vi segnalo 5 scatti "da vita reale" per valutare le preformance dell'accoppiata sensore + processore della Fujifilm X-Pro1. Gli scatti vanno dai 200 ai 3200 ISO, e li trovate sul blog "Thoughts from my camera".

La Fuji X-Pro1 è la prima macchina fotografica ad adottare un sensore CMOS, denominato X-Trans, con un'innovativa disposizione dei pixel che permette di eliminare i difetti tipici dei sensori con filtro Bayer (artefatti ed effetto moiré) senza ricorre ad un filtro ottico, a tutto vantaggio della qualità dell'immagine prodotta.

giovedì 8 marzo 2012

Il promo di "Amici" 2012 (video)

Che siate o meno appassionati del programma "Amici"*, di Maria de Filippi, vi segnalo il bellissimo promo realizzato dal Lightcut Film, giovane società romana di promotion design, sound design e editing.

Il promo di "Amici" è inappuntabile ed inapplicabile. Per gli appassionati degli strumenti, le riprese sono state fatte con RED e steadicam (mo' vi recupero anche i modelli, non temete); Avid per la postproduzione, Smoke e Scratch per finalizzazione e colore (non chiedetemi cosa vogliano dire le ultime 7 parole che ho scritto).

Detto questo, vi lascio alla visione del promo di "Amici" 2012; mettetevi comodi e gustatevelo.

*Io appartengo alla seconda categoria, ma il video me lo sono guardato più volte, per gustrami tutti i piccoli particolari ben realizzati, nella fotografia (soprattutto, che è la mia passione), ma anche nel montaggio e nella ripresa video.

Il senso della vita: pace, amore, salute e lavoro interpretati dai fotografi del National Geographic

Dal 10 marzo al 13 maggio 2012, presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma, la mostra "Il senso della vita". Un viaggio per immagini dedicato ai valori più importanti che accomunano gli esseri umani attraverso gli scatti dei più grandi fotografi del National Geographic.

3 pellicole Kodak escono di produzione



Inevitabile segno dei tempi: Kodak ha annunciato di aver cessato la produzione delle pellicole Kodak Professional Ektachrome E100G, Kodak Professional Ektachrome E100VS, Kodak Professional Ektachrome Chrome Extra Color 100.
Secondo Kodak, sulla base delle scorte disponibili e della domanda, le pellicole dovrebbero essere ancora disponibili per i prossimi 6-9 mesi. Giusto un amarcord.

Il prezzo della Nikon D4, D800 e D800E

Nital, l'importatore ufficiale per l'Italia dei prodotti Nikon, ha annunciato il prezzo e la disponibilità nei negozi delle nuove fotocamere Nikon D4, Nikon D800 e Nikon D800E:
  • la Nikon D4, in kit con scheda Compact Flash 16gb 1000x, sarà in vendita da fine marzo a 5.800 euro;
  • la Nikon D800, in kit con scheda Compact Flash 8gb 400x, sarà in vendita da fine marzo a 2.900 euro;
  • la Nikon D800E, in kit con scheda Compact Flash 8gb 400x, sarà in vendita da fine aprile a 3.200 euro.

mercoledì 7 marzo 2012

La Nikon D2r a 256.000 ISO

Questo è un post un po' particolare, perchè vi voglio segnalare un reportage ("Going hungry", lo trovate sul blog della Reuters) e mentre ve lo segnalo penso che farei meglio, invece, a pubblicare qualcosa sull'ennesimo aggeggio fotografico.
Perchè?
Perchè i reportage di solito mostrano il lato peggiore del mondo, quello in cui è costretta a vivere la quasi totalità della popolazione. Parlare di una nuova macchina fotografica, o di un nuovo obiettivo, scatena le mie endorfine e gli oppioidi da possesso compulsivo.
Perchè un post sui reportage e sui fotoreporter lo leggono sì e no 20 persone, quello sulla qualità delle immagini della fotocamera X a 102.800 ISO (che poi nessuno mai utilizzerà nel mondo reale) almeno 400. In un giorno di stracca, si intende.

Così oggi vorrei dirvi di non guardare "Going hungry", non dice nulla di che, nulla di nuovo: sono i soliti bambini affamati, questa volta nelle Filippine. A volte tocca all'Africa, al Sud America... cambiano gli attori ma il film è sempre lo stesso. Vorrei veramente dire "lasciate stare".

Però capita che in questi giorni ho finito di leggere "Storia della mia gente", di Edoardo Nesi, che nonostante abbia vinto il Premio Strega 2011 è veramente un libro mozzafiato (scusatemi, io diffido delle Palme e degli Orsi d'oro e d'argento).
E allora penso che forse è un bene che ci siano ancora in giro dei reporter, fotografi, scrittori o disegnatori, che hanno ancora la costanza di uscire di casa per raccontare il mondo, quello esotico delle Filippine o quello toscano di Prato.

Quindi, quardatevi il reportage, e magari abbonatevi al blog della Reuters (è gratuito); compratevi il libro di Nesi (questo non è gratuito, ma costa sui 12 euro, meno di una pizza, e in più non fa ingrassare); cercate e comprate i libri di Joe Sacco, o l'ultimo numero de "l?Europeo" in edicola.

Conoscere il mondo vale più di uno scatto a 102.800 ISO.


PS: il titolo, ovviamente, è una balla. Che io sappia la Nikon D2r non esisterà mai. Ma se avessi messo il titolo "mie paranoie sui reportage", questo post non lo avrebbe letto nessuno. Così, invece, spero di fare almeno 400 visite. Almeno, ho detto. :)

Confronto video Canon EOS 5D Mark III vs 5D Mark II

La qualità video della Canon EOS 5D Mark III è veramente superiore a quella della Canon EOS 5D Mark II (almeno da giustificare una parte dei 1.000 e passa euro in più richiesti per l'acquisto)?

Una prima risposta la dà il sito mono-logue (il link ve lo metto, perchè è ricco di fotografie di raffronto tra la Mark II e la Mark III, ma vi avverto che è tutto e solo in giapponese, e la traduzione automatica è quantomeno buffa), che ha pubblicato un video di raffronto tra le prestazioni video della Canon EOS 5D Mark III a 12800 ISO e quelle della Canon EOS 5D Mark II in analoghe condizioni.




Se volete qualcosa di più originale e divertente, vi consiglio invece il cortometraggio "Mario & Nette", interamente girato con la Canon EOS 5D Mark III. Tra gli obiettivi utilizzati viene citato anche un Canon EF 24-70mm f/2.8L IS II USM, ovvero la versione stabilizzata dello zoom annunciato esattamente un mese fa. Un errore di digitazione o una distrazione nel rendere pubblica un'ottica non ancora presentata? Io propendo per la prima soluzione.


Fotografie dei principali componenti della Canon EOS 5D Mark III

Siete curiosi di vedere come è fatta la Canon EOS 5D Mark III?
Tranquilli, non è necessario smontarla; è sufficiente scorrere questo post per vedere il bel corpo in lega di magnesio, il pentaprisma con il suo 100% di copertura, l'otturatore da 6 scatti al secondo, il sensore da 22 megapixel con la sua unità per la rimozione della polvere, il modulo autofocus - con il suo sensore - che gestisce i 61 punti di messa a fuoco, il sistema di gestione dell'esposizione e la scheda madre con il processore DiG!C 5+ che gestisce tutto il sistema. (Fonte: PR)

Il corpo e l'impugnatura addizionale in lega di magnesio


Il pentaprisma
L'otturatore
Il sensore da 22 megapixel
L'unità che provvede alla rimozione della polvere dal sensore
Il modulo autofocus
Il sensore dell'autofocus
Il sensore del sistema di misurazione della luce
La scheda madre, con il processore DiG!C 5+

Un viaggio surreale in time lapse (ed altre amenità)

Questo "Surreal Journey" è il risultato di una serie di riprese e time lapse girati, negli stati del Wyoming, Washington, e Montana, con una Canon EOS 5D Mark II e le ottiche EF 35mm 1.4L, e Zeiss 21mm 2.8 ZE.
L'autore è Ben Chase; la colonna sonora è "Scorpio", composta da Simon Wilkinson (the blue mask, il sito non mi risulta però più raggiungibile).


martedì 6 marzo 2012

Adobe Lightroom 4 a 131,89 euro

Da questa mattina è ufficialmente disponibile Adobe Photoshop Lightroom 4, il popolare software per la gestione ed il ritocco delle immagini fotografiche.

La nuova versione, che Adobe definisce una "major release", porta significativi miglioramenti nella gestione della gamma dinamica delle immagini, nella gestione del rumore, del moire e del bilanciamento del bianco.
E' stata, inoltre, introdotta la gestione dei video ripresi con compatte e DSRL e la geolocalizzazione delle immagini; appositi moduli favorisono la condivisione delle immagini su Facebook e Flickr e la gestione delle attività di preparazione di un libro fotografico.
Ovviamente, è stato esteso il supporto alle fotocamere ed alle ottiche di produzione più recente.

Una piacevole sorpresa il prezzo: 131,89 euro (iva inclusa) per la versione completa e 75,02 euro (iva sempre inclusa) per l'aggiornamento. Un prezzo veramente competitivo.

Su dpreview potete già leggere una presentazione approfondita di Lightroom 4.

venerdì 2 marzo 2012

Foto e video con la Canon EOS 5D Mark III

Dopo gli scatti di prova di dpreview, ecco delle fotografie (a diversi ISO, da 100 a 6400) scattate con la Canon EOS 5D Mark III.
Sulla stessa pagina è possibile anche vedere tre video sempre girati con la 5D Mark III. Oltre ai video, sono disponibili i tre relativi "making of", due dei quali girati sempre con la 5D Mark III.
Tutto questo sul sito Canon giapponese.

Scatti a diversi ISO con la Canon EOS 5D Mark III

dpreview ha già approntato una serie di fotografie scattate con la Canon EOS 5D Mark III a diverse sensibilità, dai 50 ai 102.800 ISO.
Il test, avverte dpreview, è stato effettuato con una macchina fotografica ed un firmaware di preproduzione, quindi non è necessariamente esemplificativo della qualità di immagini del prodotto che andrà in produzione, e nelle peggiori condizioni di illuminazione possibile.
La galleria di immagini la trovate qui.

Canon EOS 5D Mark III, foto, caratteristiche, prezzo e le notizie in rete

Tutto come da programma: oggi Canon ha presentato la Canon EOS 5D Mark III, attesissima erede della Canon EOS 5D Mark II.

E la data della presentazione non è casuale: nel marzo del 1987 (ovvero, 25 anni fa) Canon presentò per la prima volta il suo sistema EOS, acronimo di "Electro Optical System" e, nella mitologia greca, dea dell'aurora.

Ma torniamo alla EOS 5D Mark III.
Le caratteristiche sono quelle anticipate nel post di ieri ("Foto e caratteristiche della Canon EOS 5D Mark III"), cui vi rimando. C'è da aggiungere unicamente che il comparto video offre riprese in FullHD con la possibilità di controllo manuale delle impostazioni, il peso è di 950g (comrpese le batterie) ed il prezzo solo corpo sarà di 3299€.

In rete, ovviamente, c'è già di tutto. Vi segnalo:

giovedì 1 marzo 2012

Foto e caratteristiche della Canon EOS 5D Mark III

Tutti gli indizi inducono a pensare che domani mattina, a Shanghai, Canon presenterà la nuova, attesissima Canon EOS 5D Mark III.
Cogliamo l'occasione per anticiparne le caratteristiche e le foto, così come fino ad ora trapelate (fonte Canon Rumors)

Sensore CMOS Full Frame (36 x 24mm) da 22,3 megapixel
Processore DIGIC 5+
Sensibilità da 100 a 25.600 ISO (da 50 a 102.400 ISO in modalità allargata), da 100 a 12.800 (fino a 25.600) ISO per le riprese FullHD
Raffica da 6 scatti al secondo

Sistema autofocus con 61 punti di messa a fuoco (dei quali 41 a croce)
Mirino ottico con copertura del 100% (viene definito "intelligent", staremo a vedere cosa vuole dire)
Monitor Clear View LCD II, formato 3:2, da 1.040k punti e 3,2 pollici
Misurazione dell'esposizione su 63 zone
Esposizione spot, valutativa, parziale, ponderata al centro
Otturatore garantito fino a 150,000 scatti
Riprese video in Full HD

Modalità silenziosa e con riduzione delle vibrazioni
Due comparti per le schede di memoria (CF e SD)
Funzione HDR, esposizione multipla, confronto di immagini in riproduzione (testuale "comparative Playback function")
Tropicalizzazione
Connessioni USB 2, HDMI, Mic Input, Wireless (optional)
Batteria LP-E6 al litio

Formato dei file AVI, RAW, H.264, MOV, MPEG-4 (manca il jpeg, mi sembra strano)

Dimensioni 152 x 116 x 76mm

A domani, speriamo con qualche fatto in più e qualche chiacchiera in meno.
Vista frontale della Canon EOS 5D Mark III
Fotografia del dorso della Canon EOS 5D Mark III
La Canon EOS 5D Mark III vista dall'alto