sabato 18 settembre 2010

Un reportage fotografico con la Holga

Dopo questa abbuffata di ipertecnologia fotografica, di ISO che schizzano verso l'alto senza sollevare neppure un po' di rumore, di raffiche da 5-6-8 fotogrammi al secondo, dopo quest'orgia di megapixel mi piace poter tornare a parlare di un fotografo e di fotografia.

L'invito è, quindi, quello di andare a vedere queste foto di John Stanmeyer, realizzate con una Holga: l'antitesi della tecnologia, la bestemmia dei corpi tropicalizzati in lega di magnesio. Quanto a risoluzione e nitidezza, non stiamo neppure a parlarne.

Eppure queste foto me le sono guardate e riguardate. Sarà forse vero che la foto la fa il fotografo, e non la macchina fotografica?

PS: in questo momento sto ascoltando "A trick of the tail", dei Genesis, che indubbiamente contribuisce a rendermi un po' retrò.

Nessun commento:

Posta un commento