giovedì 24 dicembre 2009

Buon Natale

Buon Natale!, anche se (mea culpa) in tutto questo 2009 non sono riuscito a trovare il tempo per preparare una fotografia "natalizia".
E allora li auguri ve li faccio così, con le classiche parole scritte, per un Santo e sereno Natale.

Giovanni B.

mercoledì 23 dicembre 2009

Wildlife Photographer of the Year 2009, un falso?

Qualche ombra si addensa sulla fotografia "Storybook wolf" (e su José Rodriguez, il fotografo che l'ha scattata) vincitrice del Wildlife Photographer of the Year 2009: il lupo -fotografato mentre salta una staccionata alla ricerca di prede- potrebbe, secondo gli accusatori, essere un lupo addomesticato e che vive in cattività, e non selvaggio come si credeva. E il regolamento del concorso esplicitamente privilegia la vita animale selvaggia.
La notizia è riportata, con tutti i dettagli sui quali la giuria sta investigando, dal sito finlandese Suomen Luonto; l'autore della fotografia, José Rodriguez, risponde dalle pagine online del DailyMail di essere al centro di una campagna denigratoria avviata (probabilmente) da altri fotografi come lui.

Staremo a vedere; certo è che se l'animale fosse effettivamente un lupo domestico cresciuto in cattività, Rodriguez perderebbe immediatamente il titolo e il premio (10.000 sterline) assegnatogli lo scorso 21 ottobre.

Rami secchi di arbusto

Canon EOS 10D, fotografia di rami secchi di arbusto in bianco e neroEsperimento molto grafico in bianco, nero e (pochi) toni di grigio. In effetti, per nulla natalizio.

martedì 22 dicembre 2009

Cosa sono gli obiettivi pancake?

Sono soprannominati pancake quegli obiettivi che, come la tipica frittella americana, sono bassi e piatti. Progenitore degli obiettivi pancake fu lo Zeiss Tessar, un'ottica disegnata nel 1902 e più volte migliorata, nell'apertura massima, negli anni seguenti. Lo schema ottico di un obiettivo Tessar si compone di 4 lenti (da cui il nome Tessar, ovviamente*) in 3 gruppi.

Il pregio principale di quest'ottica, oltre alla nitidezza, è proprio la sua compattezza, che la rende ideale nella street photography e come obiettivo per l'uso quotidiano, quando la manegevolezza e il ridotto ingombro diventano importanti.

Tra le ottiche pancake includerei anche il Nikkor Ais 50mm f/1.8, con il quale (in abbinata ad una Nikon FM3a) è stata scattata questa fotografia.

Per approfondire l'argomento consiglio "Index of Pancake Lenses".

(*) "ovviamente", almeno per quello che mi riguarda, si fa per dire!

Il Vesuvio in bianco e nero

Panasonic Lumix DMC FX 7, fotografia in bianco e nero del golfo di napoli con il vesuvio, visto dalla costiera sorrentinaQuesta mi tocca dedicarla al Napoli, che domenica ha battutto (mannaggia) il Chievo.

lunedì 21 dicembre 2009

Panasonic Lumix GF1, Olympus Pen o Leica X1?

"Cosa regalo per questo Natale alla mia ragazza, appassionata di fotografia?"


Questa, in estremissima sintesi, il contenuto dell' (unica) e-mail arrivatami quest'anno con una richiesta di aiuto per un regalo di Natale. Con due precisazioni importanti:
  • "primo, non capisco nulla di fotografia;
  • secondo, il regalo è... importante".
La prima precisazione mi impedisce di suggerire l'acquisto di ottiche o materiali per la camera oscura (carte, acidi etc), la seconda mi permette invece di spaziare con la fantasia.

Ed ecco la mia risposta: regalale una delle nuove "compatte" a obiettivi intercambiabili, la Panasonic Lumix GF1 o la Olympus Pen. Hanno il medesimo prezzo (circa 750 euro con lo zoom 14-45/3,5-5,6 -la Panasonic- o il il 14-42/3,5-5,6 l'Olympus Pen E-P1) e se è appassionata di fotografia hai molte possibilità di fare un figurone.

Quale delle due? Per risponderti mi piacerebbe averle potute provare, averle prese in mano, e invece ti devi accontentare di quello che ho letto.
Posto che il prezzo, come detto, è il medesimo, mi sembra che in quanto a dotazioni e alla qualità delle immagini alle alte sensibilità la Panasonic Lumix GF1 sia leggermente superiore all'Olympus Pen. Da parte sua, l'Olympus Pen è più "stilosa"; se opti per questa opzione, ricordati che è già uscita una "seconda versione" (la Pen E-P2, della quale non ti so dire il prezzo).

In questi mesi era stata annunciata anche l'interessante Leica X1, che sembra surclassare Panasonic e Olympus quantomeno per la qualità delle immagini (in formato raw e alle alte sensibilità). Ma... non arriverà sul mercato italiano prima di febbraio 2010 e siamo in una fascia di prezzo completamente diversa da quella di Panasonic e Olympus: negli Stati Uniti è in vendita a 2.200$ (ma si trova anche in offerta a 1995 dollari), il che fa pensare ad un posizionamento simile per il mercato europeo (come noto, i produttori di macchine fotografiche amano applicare la parità nel tasso di cambio dollaro / euro).

Dovessi scegliere io? Panasonic Lumix GF1 con l'obiettivo pancake da 20 mm (nome in codice, LUMIX G 20mm / F1.7 ASPH.)


Leggi anche:

domenica 20 dicembre 2009

Eliminare gli occhi rossi da una fotografia... senza fatica

Come eliminare gli occhi rossi da una fotografia con picasa e senza usare photoshop
Come eliminare gli occhi rossi da una fotografia, senza fatica, senza software costosi, senza conoscere Photoshop, senza senza senza... e con risultati ottimi e immediati?

Non ci crederete (almeno io non ci credevo), ma la funzione "elimina gli occhi rossi" su Picasa è veramente efficace, anche in funzionamento completamente automatico. E' sufficiente cliccare due volte sull'immagine, per visualizzarla a tutto schermo, e poi selezionare occhi rossi dalla sezione correzioni di base. Nella maggior parte dei casi il funzionamento in automatico risolve da solo la situazione.

giovedì 17 dicembre 2009

Prova completa della Canon PowerShot G11

Su dpreview la prova completa della Canon PowerShot G11 (già segnalata il 31 agosto scorso): ne emerge una compatta che, pur non eccellendo (rispetto alla concorrenza) per alcuna caratteristica singolarmente considerata (qualità dell'immagine, ergonomia, etc.), offre un "pacchetto" di altissima qualità che al momento, complessivamente considerato, non ha concorrenti nel segmento delle macchine fotografiche compatte.

martedì 15 dicembre 2009

Watermarks, perchè conviene usarli

perchè usare i watermark nelle fotografie e come realizzare un watermark con photoshop cs2
Diciamolo subito: i watermarks -quelle scritte trasparenti che sovraimprimono sulla fotografia le informazioni del copyright - sono brutti e disturbano la visione della foto.

Ma, a quanto pare, sono indispensabili per chi con la fotografia vuole guadagnarsi il pane quotidiano (ovvero, per impedire che le nostre fotografie siano utilizzate senza che ci venga riconosciuto il dovuto).

Jim Goldstein affronta questo argomento in due articoli piuttosto completi, ancorchè simpatici da leggere: dimostra anzitutto, e oltre ogni ragionevole dubbio, il perchè è indispensabile aggiungere questo orpello alle fotografie ("Watermarks: My Journey With Photographic Watermarks"), e ripercorre poi le diverse possibili soluzioni grafiche adottate nel corso degli anni, le ragioni alla base di ciascuna scelta ed i pro e contro ("Watermarks: Evolution of a Watermark").

Posto che convincere un fotografo a difendere le proprie creazioni è opera tutto sommato facile, il secondo articolo è estremamente interessante per evitare di ripetere gli "errori" fatti da J. Goldstein nella realizzazione grafica del propio watermark.

Adesso, se vi siete convinti dell'utilità di un watermark, non vi resta che realizzare il vostro watermark. Come? Basta seguire le indicazioni di Russel Brown (da The Russel Brown Shop, Digital Watermark Branding, imperdibile!).

lunedì 14 dicembre 2009

Lu Gang, fotoreportage dalla Cina

Lu Gang, fotoreport freelance, documenta con sferzante realismo la Cina del boom economico contemporaneo:
nel 2003 il suo reportage sui contadini della provincia di Henan, contagiati dall'AIDS dopo aver donato sangue per comprare concime per i propri campi, gli è valso il primo premio nella categoria "Contemporary Issues stories" al World Press Photo;
nel 2009 il suo progetto "Pollution in China", che documenta con crudele realismo gli effetti di una crescita incontrollata e senza alcun vincolo morale, gli vale l'ambito riconoscimento del "W. Eugene Smith Grant in Humanistic Photography".

Da vedere, e meditare, entrambi i reportage, sia per i contenuti fotografici sia per i contenuti informativi.

Vai a:

venerdì 11 dicembre 2009

Video HD della Panasonic Lumix DMC GF1

Negli ultimi due giorni sto usando questo blog come se fosse Twitter, me ne rendo conto, ma sono incappato in alcune notizie che mi sembra utile segnalare.

L'ultima è la prova della già citata Panasonic Lumix DMC GF1 su imaging resource, che pubblica anche quattro brevi (brevissimi) video, comunque utili per farsi una vaga idea delle potenzialità video di questa macchina fotografica.

giovedì 10 dicembre 2009

Gente che va, gente che viene

In questo caso più gente che va, perchè ho deciso di aggiornare i miei link a tema fotografico (ultima colonna a destra) e, a fronte di un paio di uscite, registro una sola nuova entrata.

Gente che va
Se ne va, quindi, the sartorialist, che pieno di entusiasmo avevo segnalato in passato (vedi: Il ritratto in fotografia I e II) ma, purtroppo, sempre colpevolmente uguale a se stesso in questi mesi, e il blog di Massimo Cristaldi, un fotografo di indubbio talento che oramai sul suo blog parla più di se stesso che di fotografia.
A entrambi, comunque, la riconoscenza per gli stimoli fotografici offerti in questi mesi.

Gente che viene
Entra Tatiana Cardeal con il suo "Brazil Social Photography", talentuosissima fotoreporter brasiliana della quale spero di parlarvi un po' più a fondo molto presto (e, intanto, vi invito già a guardare il suo blog e la sua pagina su Flickr).

Come si illumina un set fotografico?

Una foto di effetto qualche volta è figlia della fortuna, più spesso (per fortuna) è il risultato della professionalità del fotografo. Se non ci credete, guardate e leggete questo: "A pointing picture!"

Un video girato interamente con la Canon EOS 5D Mark II

Il video Reverie, del fotografo Vincent Laforet, mostra le potenzialità della nuova Canon EOS 5D Mark II, e delle ottiche Canon, nel settore video.

Il video, della durata di 3 minuti, girato interamente con la EOS 5D Mark II, permette di apprezzare i vantaggi che il sensore full frame offre in termini di profondità di campo; ovviamente, per sfruttare appieno le possibilità offerte servono ottiche adeguate.

La compressione del video, inevitabile per la pubblicazione su internet, è piuttosto visibile e fastidiosa soprattutto in presenza di sfondi uniformi, e non permette di valutare la qualità finale dell'immagine.

Vai al video Reverie, di Vincent Laforet

PS: Forse è solo un mio problema, ma il video mi si blocca al terzo secondo se uso Mozilla Firefox, mentre viene caricato (e mostrato) regolarmente con IE Explorer.

Foto e video con la Canon EOS 7D

Su "PDNGearGuide" un'esaustiva, ma non tecnicamente barbosa, prova delle capacità video e fotografiche della nuova Canon EOS 7D.

mercoledì 9 dicembre 2009

Reportage: meglio il colore o il bianco e nero?

Curiosa ed interessante scelta quella del fotografo italiano Valerio Bispuri: pubblica su "laRepubblica.it"il suo reportage sui bambini di strada ("L'infanzia dimenticata: scatti dal Sudamerica") in bianco e nero, mentre sul suo sito personale la maggior parte delle foto del reportage sono a colori ("Street children" e altri).

Intendiamoci, scelta stilistica assolutamente lecita ed eventualmente condivisibile, che offre inoltre nuovi spunti all'eterna questione: per il reportage fotografico è più efficace il colore o il bianco e nero?

PS: L'uso del bianco e nero nel fotoreportage è gestito da Bispuri con incredibile personalità. Chi non ci crede, corra a vedersi la serie "Nomads" (che può piacere, o meno, ma personale è molto personale).

Video HD: macchina fotografica o telecamera?

Video HD: è meglio la macchina fotografica o la telecamera?

Con l'entrata in commercio della Nikon D90, nel 2008, le riprese video in alta risoluzione sono entrate rapidamente e prepotentemente nel mondo della fotografia.
Ma si può dire, oggi, che una macchina fotografica può adeguatamente sostituire una videocamera? O è, al momento, ancora preferibile utilizzare la macchina fotofrafica per le fotografie, e la telecamera per i video?

Alcuni elementi per rispondere a queste domande, e per orientarvi tra le diverse proposte, le trovate nella "Beginner's guide to HD video" (guida per principianti alle riprese video in HD), disponvibile su dpreview.

lunedì 7 dicembre 2009

Le 100 migliori immagini della Reuters per raccontare un decennio

100 fotografie per raccontare il decennio trascorso, un compito non facile se si pone mente al fatto che "i fotografi della Reuters scattano circa 1.500 fotografie al giorno, vale a dire 10.500 fotografie a settimana, 547.500 l'anno" (Fonte: Reuters).

E' inevitabile che, operando una selezione, si scontenti qualcuno e si ometta qualcosa a favore di qualcos'altro; 100 fotografie, poi, non sono così tante se confrontate con gli eventi mondiali degli ultimi 10 anni. Ma il risultato è sicuramente interessante e vale la pena guardare le fotografie selezionate, e leggere il commento dell'editor che le ha scelte.

Reuters pubblicherà sul proprio sito, a gruppi di 10, le 100 fotografie selezionate. Quello che è certo è che, visto così, viene da domandarsi se non sia veramente successo nulla di buono in questo primo decennio del 2000: la guerra in Afghanistan, l'attentato alle torri gemelle del World Trade Center, il sequestro e successiva strage di bambini nell'asilo della cittadina di Beslan, lo tsunami, la SARS...

Vai a: How to squeeze a decade into 100 pictures.

giovedì 3 dicembre 2009

Ricerca di immagini sul web (prova il nuovo Google Image Swirl)

ricerca di immagini e di fotografie sul web con Google Image SwirlE' spettacolare!
Non so ancora quanto possa essere utile, o quali impatti avrà sulla ricerca di fotografie sul web, ma il primo impatto è spettacolare.

Parlo di Google Image Swirl, il "nuovo" motore di ricerca per le immagini partorito dai Google labs, i laboratori di ricerca di Google (quelli che sfornano centinaia di prodotti che restano in "fase beta" per mesi e mesi).

L'home page di Google Image Swirl ha il family style (passatemi il termine rubato all'industria automobilistica) tipico di Google: una pagina bianca con una casella di testo, in cui inserire la parola cercata, sormontata dal logo Google. Fino a qui, nulla di nuovo.
Sono i risultati che sono spettacolari (non so ancora se sconvolgenti); se digiti "rosa", ad esempio, ti appare una pagina con diverse immagini accomunate dal fatto di poter essere riferite al concetto "rosa": una rosa rossa, la pantera rosa, un hummer rosa, la signora Rosa, etc. E ogni immagine, in realtà, rappresenta una tipologia di immagini; cliccando sulla rosa rossa, ad esempio.... vabbe', ma provate voi, ne vale la pena.

Vai a Google Image Swirl (aggiornamento: il link, e il servizio, non è più attivo).


Articoli correlati (sul web):

mercoledì 2 dicembre 2009

I grandi fotografi di LIFE

Copertina del libro LIFE, I grandi fotografiUn libro, mi dicono, interessante e che spero mi porti Babbo Natale, è "LIFE, I grandi fotografi", 600 pagine di fotografia in "compagnia" di alcuni dei più grandi fotografi della storia: Eisenstaedt, a Bourke-White, Mydans, Parks, Eugene Smith e Robert Capa (questi ultimi due tra i miei preferiti in assoluto), Morse e McNally.

Nella presentazione del libro leggo che:
"Il libro è la più completa antologia fotografica di Life mai pubblicata, e illustrando i punti di forza di molti dei più celebri fotografi del mondo, getta luce sui motivi della fama della rivista. Ogni sezione del libro è corredata da una breve nota biografica e dal ritratto di ciascun fotografo. Il volume è un’eccezionale opera di consultazione e racconta una storia vivente, quella della nostra epoca vista dagli occhi dei fotografi che l’hanno immortalata per la più grande rivista statunitense del xx secolo."
e chi me l'ha consigliato conferma parola per parola. Aspetto, e spero, di poter dare al più presto il mio giudizio.

Ovviamente, il libro si candida anche come un'ottima idea regalo per un appassionato di fotografia e, in particolare, di fotogiornalismo.

Il prezzo di listino è di 29€ (ma on-line si trova in offerta con qualche euro di sconto), l'editore è Contrasto DUE, l'EAN (casomai dovesse servire) è 9788869652042.


Leggi anche: