mercoledì 4 marzo 2009

World Press Photo 2009, Portraits

Proseguendo nella rassegna delle foto vincitrici del World Press Photo, scelgo oggi di dedicarmi alla categoria Portraits, quella che forse mi ha -più di ogni altra stupito e affascinato.

Ho trovato, infatti, di grande impatto ed esteticamente perfetto il ritratto di Dennis Hopper del fotografo Jérôme Bonnet, che si è aggiudicato il secondo posto tra gli scatti singoli. Se si vuole imparare qualcosa sul ritratto fotografico, questo è uno degli scatti da studiare.

Ma le vere sorprese, piacevoli, arrivano nella sezione dedicata ai portfolio, dove l'italiano Carlo Gianferro ha primeggiato con le splendide fotografie di "Roma Interiors".
Di forte impatto grafico ed emotivo il lavoro dello spagnolo Pep Bonet, incentrato sulla prostituzione transessuale in Honduras, e fuori da ogni schema il lavoro del cinese Li Jiejun che, nel suo "Icons of war photography", ricrea le grandi fotografie di guerra del passato. Splendido, ironico e ottimamente realizzato.

Nessun commento:

Posta un commento