venerdì 13 marzo 2009

Libertà di stampa e libertà di aggressione

Reporters Senza Frontiere e la guerra in Iraq
Reporters Senza Frontiere critica la condanna a 3 anni di carcere inflitta al giornalista iracheno Muntazer Al-Zaidi per aver lanciato le sue scarpe contro l'ex presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, nel corso di una conferenza stampa a Baghdad lo scorso 14 Dicembre.

Personalmente, una volta tanto non condivido la posizione di Reporters Senza Frontiere: c'è una bella differenza tra la libertà di stampa e di espressione (che devono essere tutelate) e la libertà di aggressione di una persona (che non è accettabile).

Nessun commento:

Posta un commento